Faucet Bitcoin, il modo migliore per guadagnare bitcoin gratis

faucet-bitcoin-migliori-guadagnare-online

Faucet bitcoin

Se quello che stavi cercando è un metodo semplice e veloce per guadagnare bitcoin gratis allora sei nel posto giusto. Ma probabilmente hai già sentito parlare dei faucet di criptovalute, però boh, insomma, non ti fidi tanto. Tranquillo, troverai la risposta a tutte le tue domande, cosa sono i faucet, come guadagnare bitcoin gratuitamente, i migliori faucet, quali sono e come utilizzarli, Faucethub, Coinpot.

C’è tanto da imparare sui faucet, come utlizzarli, come sfruttarli al massimo, ma soprattutto ti insegnerà a gestire le tue prime criptovalute. Se non hai mai utilizzato un wallet online o su desktop ora ne avrai l’occasione. 

faucet-bitcoin-migliori-guadagnare-online

I faucet sono il primo passo verso il mondo delle monete digitali, oltre a poter essere una fonte di guadagno reale grazie ai faucet bitcoin e non.

Scopri di più sulle criptovalute e come possono aiutarti a guadagnare. Cosa sono le criptovalute?

Come funzionano i faucet

Per chi non conosce i faucet bitcoin è normale non capire, ma dove vanno a finire ste monete, ma poi, cosa me ne faccio? Dove le spendo? Dove posso venderle? A ogni risposta una domanda, in ogni caso per iniziare non avrai bisogno nemmeno di un’euro.

Una volta completata l’iscrizione a uno dei tanti faucet che trovi qui sotto potrai iniziare a fare “Claim“. Claim, richiedere, ritirare e le monete compariranno nel tuo wallet. “Ma io non ho un wallet“. Quando ti iscriverai ti verrà assegnato un portafoglio digitale, dove verranno depositate le tue cryptocurrency. Da li le potrai spostare su un wallet offline, ovvero un wallet su desktop. Per ritirare i tuoi bitcoin dovrai risolvere un captcha o qualcosa di simile, esistono vari tipi di faucet.

Vorresti cambiarli in denaro vero, l’unica soluzione è scambiarli in un exchange, quello che ti consiglio è di mantenere le tue criptovalute, al massimo puoi sempre scambiarle su altri exchange ‘minori’, dove potrai commerciare i tuoi bitcoin, ethereum, litecoin, dogecoin con altre crypto.

Un esempio di questi exchange dove è possibile scambiare piccole somme di criptovalute è Tradesatoshi.

Se sei interessato al trading su bitcoin e altre criptovalute come ethereum o litecoin, puoi dare un’occhiata ai migliori broker per il trading online. Visita la sezione e scopri i bonus benvenuto e i bonus sui depositi dei migliori broker per il trading online.

Un primo concetto base da imparare è che gli satoshi sono una piccola frazione di bitcoin, 1 satoshi vale 0.00000001 BTC. Ovviamente i faucet bitcoin non possono pagare cifre enormi considerando il valore delle prima criptovaluta per capitalizzazione. E così si è iniziato a usare questa nuova unità di misura. Che prende appunto il nome dal famoso pseudonimo utilizzato dal padre del Bitcoin Satoshi Nakamoto.

Quali sono i migliori faucet bitcoin

Un paragrafo riservato lo meritano sicuramente Faucethub e Coinpot, entrambi la soluzione migliore per il tuo wallet bitcoin. Coinpot ti permette addirittura di gestire le tue criptovalute dal desktop, oltre a minare attraverso la CPU del tuo PC. Ma andiamo con calma.

Per iniziare a guadagnare bitcoin gratis è sufficiente completare l’iscrizione e iniziare.

Faucethub, ma anche Coinpot, sono dei veri e propri network, ovvero racchiudono più e più faucet, in questo modo potrai sfruttare tutte le occasioni migliori. Esistono vari tipi di faucet, i più semplici come abbiamo detto chiedono semplicemente di risolvere un captcha, altri ti chiederanno di giocare a qualcosa, altri ti permetteranno di acquistare biglietti per lotterie, double-up, ecc.

FaucetHub

FaucetHub.io è il tuo micro wallet digitale per le criptovalute, la soluzione ideale per accumulare più cryptocurrencies: bitcoin, dogecoin, BTC Cash, ZCash ecc. La scelta tra le monete che potrai guadagnare è veramente vasta, nella foto una lista di tutte quelle disponibili ora.

faucet-bitcoin-faucethub-euroclick

Faucet bitcoin, ethereum, litecoin di ogni tipo.

Dopo l’iscrizione sarà sufficiente andare nella sezione “Wallet addresses” e creare i tuoi wallet virtuali. Per trovare i faucet vai su “Sites” e li troverai una tabella categorizzata in base alle criptovalute ma anche in funzione del metodo di reward del faucet. Ciò vuol dire che troverai i faucet divisi sia per moneta, che per metodo di guadagno: PPC, recaptcha, Game, Gambling, e così via.

Per ogni categoria troverai i migliori faucet disponibili, con indicazioni su “Salute” (Health) del faucet, numero di utenti che lo stanno utilizzando, quanti satoshi corrisponde un Claim e il tempo di attesa “Timer” che bisogna attendere tra un Claim e l’altro. Su FaucetHub sono disponibili oltre 1000 faucet, molti offrono servizi particolari come advertising, mining, ecc.

Oltre ai classici faucet bitcoin, FaucetHub.io mette a disposizione un Offerwall dove completare offerte, sondaggi e tasks per guadagnare bitcoin gratis. Sono presenti gli offerwall dei migliori network come AdGateMedia, Wannads, OfferToro e altri. Oltre una sezione di mining dedicata dal browser, che oltre guadagnare bitcoin ti permetterà di guadagnare esperienza e salire di livello con il tuo profilo.

Ricapitolando, cosa possiamo fare con FaucetHub:

  • Faucets: tutte le tipologia esistenti, recaptcha, solvemedia, DICE games, Service, Advertising, ecc.
  • Offerwall: più offerwall disponibili, con tasks di vario genere come l’iscrizione a un sito, scaricare un app, utilizzare un software, provare un prodotto, partecipare a un concorso, ecc.
  • Mining: accendi il pc, fai il login e guadagni satoshi di bitcoin. Puoi sempre regolare l’hashrate così da non sovracaricare la CPU.

Sotto troverai una lista dei migliori faucet bitcoin da utilizzare con FaucetHub, ma continua a leggere, c’è ancora tanto da scoprire.

Coinpot

Coinpot è un altro micro-wallet adatto a più criptovalute e, come Faucethub, ha tante altre caratteristiche e offre varie possibilità per guadagnare bitcoin e altre altcoins gratis. Su Coinpot potrai raccogliere 5 criptovalute differenti (bitcoin, ethereum, litecoin, bitcoin cash e dogecoin) in più ci sono i tokens Coinpot.

Coinpot ti permette di raccogliere satoshi da più faucet differenti e raccogliere tutti i bitcoin guadagnati in un unico wallet, potrai poi convertire le monete con altre monete, in base alle tue preferenze.

Alla fine del paragrafo trovi una lista con i migliori faucet bitcoin da utiizzare con Coinpot, ma vediamo quali altre possibilità per guadagnare online ci offre questo portale.

faucet-bitcoin-coinpot-euroclick

Sulla sinistra trovi il menù principale: News, Lottery e Multiplayer

La sezione Lottery ti permette di partecipare a una lotteria, acquistando i biglietti con ke tue criptovalute. L’estrazione dei numeri viene fatta ogni mezz’ora e il montepremi arriva anche a 20.000 tokens Coinpot.

Da Multiplayer puoi invece partecipare a un interessante giochino che ti permette di moltiplicare la posta in palio in pochi secondi. Viene estratto un numero fra 000 e 999, se vuoi fare un x2 sulla puntata, dovrà uscire un numero compreso tra 000-499, se punti a un x5 le tre cifre dovranno stare tra 000-199

Mining dal browser, di cui abbiamo già parlato, ti permette di minare tutte sei le cripto disponibili attraverso la potenza del tuo pc. Imposta il livello di utilizzo (low, medium, high, very high) seleziona il numero di threads, che va da 1 a 10 e il gioco è fatto. Ricorda di disattivare antivirus o adblock poiché interferiscono con lo script.

Migliori faucet da utilizzare con Coinpot

Tutta la serie Mooncoin è sicuramente uno dei migliori faucet in circolazione al momento, anche se a dire la verità lo è un po’ da sempre. Moon Bitcoin, Moon Litecoin, Moon Cash, Moon Doge e Moon Dash, potrai guadagnare 5 tipologie differenti di criptovalute, che verranno accreditate direttamente sul tuo Coinpot wallet

Questi cinque faucet offrono 3 bonus molto particolari:

  • Dayle Loyality Bonus, un bonus fedeltà giornaliero che aumenta nel tempo. Se farai visita al faucet almeno una volta al giorno il tuo bonus aumenterà progressivamente fino a raggiungere il 100%, potrai guadagnare il doppio per ogni claim.
  • Refferal Bonus, come ogni faucet hai a disposizione un tuo ref link. Per ogni ref attivo guadagni l’1% di bonus, fino a raggiungere il 100%.
  • Mistery Bonus, il nome lo descrive, un bonus generato casualmente che a ogni claim varia dall’1% al 100%.
faucet-bitcoin-coinpot-bonus
Nell’immagine leggete Xapo wallet, ma ormai da tempo si utilizza Coinpot.

BonusBitcoin è il faucet bitcoin che paga ogni 15 minuti, fino a 5.000 satoshi per claim. Inoltre alla fine del giorno ricevi un bonus del 5% sui claim delle ultime 72 ore.

Bitfun è un faucet bitcoin che ti permette di fare claim ogni 5 minuti, ti consigliamo di farli a intervalli più lunghi per ritirare quantità soddisfacenti di satoshi. Oltre questo offre anche numerose offerte da completare e i un gioco con i dadi.

I faucet rotator

I faucet rotator sono liste di faucet indipendenti che ti faranno risparmiare un sacco di tempo. Iscrivendoti a un faucet rotator potrai fare claim da più faucet in successione, senza dover tornare indietro e caricare il nuovo link. Inizi e poi vai avanti, in questo modo su una lista di 100-150 faucet risparmi veramente tanto tempo e soprattutto in questo modo massimizzi i guadagni.

Ecco quindi lista dei migliori faucet rotator.

Tutti questi faucet, o almeno la maggior parte, si appoggiano a Faucethub o altri servizi simili (ma principalmente faucethub) perciò avrai comunque bisogno di iscriverti al sito faucethub.io per avere il tuo wallet bitcoin dove depositare i guadagni.

Lista migliori Faucet

FaucetRicompensaTimerPayoutGuadagna
FreeBitcoinVariabile + bonus60 minutiDiretto Inizia Ora!
MoonBitcoinVariabile + bonus5 minutiCoinpot Inizia Ora!
Free BitcoinWinVariabile + bonus10 minutiFaucetHub Inizia Ora!
Bitcoinkerfino a 1000 satoshi!5 minutiDiretto Inizia Ora!
Aleks Coinfino a 80 satoshi!10 minutiFaucetHub Inizia Ora!
Bonus Bitcoinfino a 5000 satoshi+bonus!15 minutiCoinpot Inizia Ora!
BitFunAumenta nel tempoimmediatoCoinpot Inizia Ora!
BitcoinFaucet FunVariabile15 minutiFaucetHub Inizia Ora!
Multicoin FaucetVriabile + Giochi30 minutiFaucetHub Inizia Ora!

Come vedi i faucet non mancano, anzi, hai mai pensato di creare il tuo faucet?

Taggato con: , ,

Guadagnare con un blog: 11+1 metodi per monetizzare un blog

guadagnare con un blog

Vorrei guadagnare con un blog

Ormai è praticamente una moda, chiunque, dal tecnico programmatore alla casalinga disperata, tutti hanno deciso di iniziare a guadagnare con un blog. Adesso tocca a te, ma sappi che avrai bisogno di tanta pazienza, e che il lavoro non mancherà mai. Il blogging può essere si preso come un’hobby, un passatempo, ma se davvero vuoi farci i soldi, dovrai sudartela.

Ciò non vuol dire che devi partire scoraggiato, o non iniziare nemmeno perché pensi sia troppo per te. Il bello di internet è che chiunque abbia qualcosa da raccontare è libero di farlo, che tu voglia parlare della tua passione per la pesca o diventare fashion blogger, puoi farlo, e ci sarà sempre (o quasi) un pubblico ad ascoltarti.

Ora parleremo di come guadagnare con un blog, ma prima, alcune importanti precisione, che necessitano di essere fatte quando si parla di blogging e monetizzazione.


Non tutti i blog sono uguali

Guadagnare con un blog non è cosa semplice, altrimenti chiunque lo farebbe. Per questo valuta tu stesso se sei in grado di farlo, ricorda che la conoscenza della lingua è fondamentale, saper intrattenere il lettore sarà parte del tuo lavoro. Un’altra cosa fondamentale che dovrai aver ben chiara prima di iniziare è l’argomento del blog, di cosa parlerai, come sarà strutturato. Magari per iniziare a farti un’idea più ampia visita siti simili a ciò di cui vorresti parlare tu.

Ma non tutti i blog sono uguali.

Se cerchi su Google ‘Google AdSense funziona?‘ troverai risultati con feedback che parlano di guadagni al limite del ridicolo (ovviamente ci sono anche ottimi feedback), per esempio, per un click su un annuncio 0,01 cent. Che è veramente poco. Cosa vuol dire questo? Che Adsense fa schifo? No, semplicemente la domanda per quello spazio pubblicitario era quella, nessuno avrebbe pagato di più.

Devi scegliere attentamente la tua nicchia di mercato. Una nicchia di mercato possibilmente redditizia, capirai che la nicchia di mercato dei ‘gattini’ non è remunerativa come la può essere un blog che tratta di lavoro, finanza, assicurazioni, ci sono settori dove i soldi girano e dove quindi gli advertisers sono disposti a pagare cifre molto più elevate.

Quali sono le nicchie di mercato più redditizie

Come abbiamo detto prima e nicchie di mercato più redditizie sono quelle dove girano i soldi, ciò non vuol dire che per guadagnare con un blog devi necessariamente aprire un blog che tratti di questi argomenti, ma è ovvio che se gli spazi pubblicitari vengono pagati meno avrai bisogno di più traffico.

Calma, ricorda che non esiste solo la pubblicità per guadagnare con un blog, ma l’idea deve sempre partire da te, e devi essere sicuro di quello che stai facendo, pianifica il più possibile.

Più è alto il CPC maggiore maggiore sarà la remunerazione per chi pubblica. Il CPC, o Cost Per Click, il costo che un gli advertisers (coloro che vogliono farsi pubblicità) sono disposti a pagare per un determinato spazio.

Le nicchie attualmente più redditizie risultano essere:

  • Assicurazioni
  • Trading
  • Servizi finanziari
  • Gioco d’azzardo
  • Siti di incontri, siti per adulti
  • Elettrodomestici
  • Benessere e salute
  • Fitness

Nell’immagine sotto troviamo: nella parte alta, quanto certe aziende sono disposte a pagare per un click dalle ricerche di Google, e in basso quanto sono invece disposti a pagare per i normali blog che offrono i loro spazi pubblicitari.

Non avere fretta

Iniziare a guadagnare con un blog non è semplice, ci vorrà del tempo, dovrai riuscire ad attirare il traffico web sul tuo sito, aiutati con i social, ma sappi che la maggior parte delle visite saranno dalla ricerca organica. Per questo è importante posizionarsi bene tra i risultati di Google. Come? Con la SEO. Google posiziona i tuoi articoli, post, pagine in base alla qualità del tuo blog.

Scrivi articoli di qualità, fra le 1000 e le 1500 parole, ottimizzati in chiave SEO e che siano effettivamente utili agli utenti, ricorda che stai offrendo le tue conoscenze, il tuo sapere, se a nessuno interessa di ciò che parli non riuscirai mai ad ottenere un numero considerevoli di visite.

Non imbrogliare. Molto spesso i blogger alle prime armi, in preda alla smania di iniziare a guadagnare con il blog, utilizzano metodi poco etici. Esempio? Fare click sui propri banner pubblicitari. Ma sappi che questo non ti porterà lontano, anzi verrai bannato dal network e segnalato come publisher poco affidabile. E non è quello che vuoi giusto?

Leggi anche: Come creare un blog!

Quanto guadagna un blogger?

Ogni giorno nascono centinaia di blog al giorno, 16 ogni volta che la lancetta dei secondi compie un giro. Pensare che solo la metà di questi blog possa arrivare a guadagnare 20.000€ l’anno è follia. Ma è vera anche un’altra cosa, in Italia, il 73% dei blogger guadagna.

Ma quanto guadagnano è la vera domanda. Su 6.000 intervistati l’80% dichiara di non guadagnare più di 10mila € l’anno. Il 12% supera i 30.000. Capirai che per vivere solo di blogging ti aspetta un lavoro veramente duro e un’idea vincente. Ma non solo.

Per guadagnare con un blog dovrai capire quali sono i metodi di monetizzazione che meglio si adattano al tuo business, potresti iniziare a guadagnare anche con 500 utenti mensili, non necessariamente hai bisogno di migliaia di visite per generare un profitto. La cosa più importante è non mollare, la maggior parte dei blog inizia a guadagnare seriamente dopo 12 mesi di attività, quando si ha un pubblico e abbastanza contenuti ben posizionati su Google.

11+1 metodi per guadagnare con un blog

Ed ecco ora 12 metodi (11+1) per monetizzare il tuo blog e iniziare a costruire la tua presenza online. Ogni metodo può essere adatto per un blog e non esserlo per un altro, ma qui troverai sicuramente la soluzione migliore per la tua idea e iniziare a guadagnare soldi online con il tuo blog.

Guadagnare con la pubblicità (1)

La soluzione più classica e veloce per iniziare a guadagnare con un blog è sicuramente inserire qualche banner e aspettare (sperare) che qualcuno ci clicchi sopra. Ma ovviamente avrai bisogno di tanto traffico, un consiglio è quello di non attivare i banner nel blog prima di aver raggiunto un certo livello di traffico.

Quanti utenti servono per guadagnare con la pubblicità? Dipende. Come ti ho spiegato sopra i network che offrono questo tipo di servizio come AdSense prediligono un certo tipo di contenuti. Per questo nel blog dei gattini avrai bisogno di tantissime visite per vedere guadagni considerevoli, al contrario con un blog su altre tematiche potrebbero servirne molte meno. E’ tutto relativo.

Per ottimizzare i guadagni pubblicitari migliora la tua presenza online e gli advertisers saranno disposti a pagare cifre sempre più elevate per apparire sulla tua pagina.

Ma quelli sono i migliori network pubblicitari che possiamo sfruttare per guadagnare con un blog? 

Prima di iniziare un po’ di terminologia:

  • CPC > Cost Per Click, quanto un advertiser è disposto a pagare per un click sul suo annuncio;
  • CPM > Cost Per Mille, quanto vengono pagate mille impressioni su un banner pubblicitario;
  • CPA > Cost Per Action, quanto si viene pagati se l’utente compie una particolare azione (iscriversi a una piattaforma di trading, partecipare a un concorso, acquistare un prodotto, ecc.)
  • CTR > è il rapporto tra click e impressioni. Per fare un esempio: se il tuo banner riceve 150 impressioni e 5 click, il tuo CTR sarà 100×5/150= 3,33%;

-Google AdSense

Famoso e affermato, conosciuto praticamente da tutti Google Adsense è una delle migliori soluzione che si possono trovare attualmente per monetizzare il proprio blog. Iscriversi al programma AdSense è gratuito, e non richiederà più di qualche minuto. Terminata l’iscrizione dovrai segnalare il tuo sito e dimostrarne la proprietà.

guadagnare con un blog google adsense

Come si usa AdSense? Niente di più semplice, anche perché è stata recentemente inserita una funzione di annunci automatica, inserendo il codice nell’header gli annunci appariranno in modo automatico in base agli spazi disponibili sulla tua pagina web.

Puoi anche impostare tu gli annunci, scegliere fra annunci solo testo/display+testo/solo display: crea il codice, copia e incolla nel blog. Se non sei un esperto però forse è meglio lasciar fare a Google, potresti ottenere risultati controproducenti inserendo tu stesso gli annunci. Verifica le linee guida di qualità prima di sottoporre il tuo blog a Google, è facile essere respinti per piccole disattenzioni.

Il sistema di retribuzione AdSense si basa sul CPC, ogni click sui banner nel blog ti fa guadagnare, le visualizzazioni non contano, solo i click ti permettono di guadagnare. ‘Eh si ma chi ci clicca sulle pubblicità’. Capita, certo non sono tanti a cliccare sugli annunci, ma su 1000 visualizzazioni qualche click ci scappa sicuramente. Per questo per guadagnare con un blog è importantissimo attirare più traffico possibile.

Un punto a sfavore per AdSense; nonostante sia il network per eccellenza, utilizzato praticamente da chiunque, AdSense ha il ban facile, e l’interruzione del servizio può arrivare in modo inaspettato. Per questo non provare a fregarli, non cliccare mai sugli annunci nella tua pagina, nemmeno per provare.

-Nativery

Nativery è un altra piattaforme di content marketing e advertising, conosciuta per lo più oltreoceano sta iniziando a prender piede anche in Italia. La piattaforma è facilmente installabile attraverso un plugin WordPress e i banner sono selezionati per essere coerenti con il contenuto del testo dove vengono inseriti, questo ti permetterà di avere maggiori possibilità che l’utente faccia un click.

Uno dei punti forti di questa piattaforma pubblicitaria è sicuramente il CTR, che si aggira fra il 2% e il 5%, combinato con un CPC intorno agli 0,08 cent potrai aumentare considerevolmente i tuoi guadagni.

Come CPC siamo nettamente sotto i livelli di AdSense, per questo avrai bisogno di un gran numero di visitatori per guadagnare con un blog utilizzando Nativery

-PayClick

PayClick si differenzia leggermente dagli altri network di web advertising, ti permette infatti di monetizzare un blog con banner sul modello CPM e CPA, oltre al CPC. Ciò significa che potrai impostare la strategia come meglio preferisci. Se per esempio i tuoi utenti non cliccano sugli annunci, puoi impostare le campagne solo su CPM, così da sfruttare tutte le views sui banner.

Oltre questo un altro vantaggio con PayClick è la possibilità di accedere alle campagne premium, solamente se il tuo blog ha un considerevole numero di visite e gode di buona reputazione.

Se parliamo di contro invece è importante ricordare che anche impostando solo campagne CPM, i banner CPC appariranno comunque almeno ogni tanto.

-BuySellAds

BuySellAds ti permette di gestire completamente la pubblicità sul tuo blog. Partendo dalle dimensione del banner, passando per le compagne a cui vorrai aderire, per finire col definire il prezzo per il tuo spazio web. Ovviamente dovrai adattarti alla concorrenza e impostare i prezzi in modo competitivo, ricorda che sei l’ultimo arrivato e non avrai la fila di advertisers ad aspettarti.

La nota dolente per BuySellAds è che la partecipazione al network richiede un numero minimo di 50.000 visitatori mensile, un risultato non così semplice se hai appena iniziato.

Guadagnare con le affiliazioni 
(2) 

Un altro dei metodi preferiti dai blogger di tutto il mondo per monetizzare è sicuramente con le affiliazioni. Ma cosa sono le affiliazioni? Attraverso le affiliazioni potrai guadagnare cifre considerevoli anche con un solo lead.

I network di affiliazioni non permettono di guadagnare con un semplice click o qualche visualizzazione. Il funzionamento è simile ai network di advertising, ma in questo caso si viene pagati solo se l’utente acquista il prodotto sponsorizzato. Ma vediamo quali sono i migliori network di affiliazione e quanto è possibile guadagnare.

-Amazon

Il colosso di Jeff Bezos ha ormai da tempo iniziato ad offrire ai propri utenti la possibilità di partecipare al programma di affiliazione Amazon. Aderendo al programma ci accetta di pubblicare dei banner sul proprio sito, questi banner, grazie al response advertising, mostreranno solamente prodotti inerenti al contenuto della pagina.

Potrai inoltre selezionare tu stesso i prodotti e magari dopo una bella presentazione proporre ai tuoi utenti di acquistarli attraverso il tuo link.

Quanto si guadagna con Amazon. Con Amazon la remunerazione corrisponde al 10% dei ricavi generati, in questo modo anche con poche vendite potrai raggiungere risultati soddisfacenti e guadagnare con un blog.

-Ebay Partner Network

Il network Ebay è il secondo portale che ti proponiamo. Sbarcato nel mercato come uno dei migliori Ebay sta attualmente perdendo posizioni rispetto ad Amazon o AliExpress, ma continua a difendersi bene. 

L’iscrizione e la richiesta di partecipazione al programma di affiliazione sono veloci, presenta il tuo sito ed illustrane le caratteristiche. Una volta ricevuta l’email di conferma per la partecipazione al programma si può iniziare.

Seleziona i prodotti che preferisci, crea dei link utilizzando i tool di Ebay e inizia a guadagnare con il tuo blog. Riceverai un compenso per ogni prodotto acquistato da un utente indirizzato dalla tua pagina, inoltre se è un nuovo cliente o un cliente inattivo (che non ha fatto acquisti per 12 mesi) la provvigione sulla vendita sarà maggiore.

-Aliexpress Affiliate Program

Simile ai precedenti AliExpress è un po l’Amazon dell’Oriente, anche se negli ultimi tempi ha conquistato anche una buona fetta di mercato occidentale grazie ai prezzi super competitivi. Anche nell’affiliate program non delude, si propone infatti come uno dei network di affiliazione più remunerativi.

Per evitare che la tua richiesta venga respinta ricorda sempre di fare qualche ricerca nel web e verificare i requisiti richiesti dai vari network advertising.

-Altri network di affiliazione

Per guadagnare con le affiliazioni dovrai stare molto attento a promuovere con garbo il prodotto, così da convertire ogni contatto in una commissione. Oltre ai precedenti ci sono tanti altri network di affiliazione. Non iscriverti a tutti i programmi di affiliazione, trova quello più adatto a te e seguilo con attenzione.

Guadagnare con gli infoprodotti (3)

Per iniziare chiariamo cosa si intende per infoprodotti, dato che è un termine che potrebbe dire tutto e nulla. Come suggerisce il nome un infoprodotto è un prodotto informativo, dove un professionista si impegna ad aiutare qualcuno a risolvere i suoi problemi. Ovviamente il tutto dietro giusto compenso.

Perciò possiamo parlare di infoprodotti per tutti quei corsi, video, e-book che vengono venduti in rete ed utilizzati a scopo formativo. Ovviamente per essere presi sul serio è necessario pubblicare contenuti di qualità e che siano veramente utili all’utente, altrimenti nessuno comprerà il tuo prodotto.

Questi sono i vantaggi degli infoprodotti:

  • Rendita passiva: una volta creato il prodotto potrai guadagnare con un blog in modo totalmente passivo, in questo modo puoi guadagnare e non dovrai occuparti di altro se non della promozione;
  • Sfrutta l’email marketing: automatizza il processo, il cliente paga e riceve il prodotto, tu dovrai solo contare i soldi;
  • Scegli la tua nicchia: il web offre la possibilità di fare business su ogni nicchia, non dovrai avere 10.000 utenti mensili per guadagnare, basteranno anche pochi ma buoni.

-Tutti i tipi di infoprodotti

Ovviamente esistono tanti metodi per creare gli infoprodotti, metodi che daranno vita a risultati diversi. E’ bene valutare quale sia il più adatto alla tua nicchia e sarebbe l’ideale rifarsi alle richieste dei clienti.

Crea il tuo prodotto, vendi la tua conoscenza e inizia a guadagnare con un blog.

-E-books

Il più classico tra gli infoprodotti per guadagnare online con il proprio blog, ma diciamo la verità, è un classico che non tramonta mai. L’ebook è un libro elettronico leggibile dai dispositivi elettronici come pc, smartphone, tablet e così via. 

Come dev’essere un buon ebook? Prima di iniziare a scrivere prepara un indice e pensa sempre a cosa potrebbe ricercare il cliente e cosa lo dovrebbe spingere ad acquistare il tuo infoprodotto. Non ossessionarti per il numero di pagine, cerca di scrivere tra le 20 e le 80 pagine. Fissa un prezzo giusto, ricorda che avrai una rendita passiva, meglio vendere un po di più a un prezzo minore, o comunque cerca di allinearti ai tuoi comepetitor.

Se riesci, essendo il formato del libro online, inserisci qualche infografica, grafico, schema, insomma vedi tu. Cerca di renderlo il più chiaro possibile e gradevole alla vista.

-Guide/manuali in PDF

La soluzione più semplice per creare un prodotto informativo a basso prezzo. Automatizzare il processo con l’email marketing rende l’invio del pdf una fesseria, potrebbe vendere pure un bambino di 4 anni.

-Video lezioni

Se hai già un canale youtube è sicuramente l’ideale, ma potresti farlo anche partendo da un semplice blog. Creare delle video lezioni potrebbe essere l’ideale se l’argomento che vuoi trattare è molto vasto. In questo modo, facendo uscire le lezioni di volta in volta, i tuoi utenti potranno rivolgerti domande a cui tu dovrai rispondere nelle lezioni successive.

Oltre questo è dimostrato che attraverso un video è molto più semplice fidelizzare ilcliente rispetto alla persuasione che si po’ avere con il solo testo. Crea dei video interessanti, inserisci una sigla e crea il tuo brand.

I video corsi richiedono molto impegno, ma c’è da dire che sono anche i più remunerativi.

-Webinars

I webinars sono corsi live dove molto spesso viene offerta una partecipazione gratuita, in seguito viene proposto l’acquisto di un e-book, altri video corsi o qualcosa di simile. Il punto forte dei webinars è la possibilità di creare un vero legame con il cliente e fidelizzarlo.

Essendo in live gli spettatori potranno farti domande e risolvere i loro dubbi, allo stesso tempo puoi conservare le registrazioni e utilizzarla altre volte come materiale informativo.

Bitcoin network Ads (4) 

Oltre alle più classiche piattaforme di web advertising di cui abbiamo parlato prima (AdSense, ecc.) esistono altre piattaforme alternative, che gestiscono i propri affari direttamente in bitcoin. Queste piattaforme presentano vantaggi e svantaggi unici nel loro genere, per questo è bene approfondire l’argomento.

Come avrai capito tutte le transazioni verranno eseguite in bitcoin, ciò significa che anche CPC, CPM, ecc saranno calcolati in bitcoin. Uno degli aspetti positivi che questi network ads hanno da offrire è sicuramente la possibilità di impostare la campagna in modo autonomo. Potrai scegliere se avviare campagna CPC o CPM, per alcuni network anche CPA.

Il fatto di essere pagati in bitcoin potrebbe non piacerti, ma prendi almeno in considerazione l’idea. In effetti il bitcoin è un’arma a doppio taglio, data l’elevata volatilità del suo prezzo. Verifica i requisiti richiesti, perché solitamente questo genere di piattaforme accetta siti che trattano temi come le criptovalute, la finanza, gambling e così via. Ovviamente potrebbero fare delle eccezioni, tentar non nuoce. 

E ora vediamo quali sono le migliore piattaforme di web advertising per guadagnare con un blog.

Vorresti guadagnare bitcoin gratis? Guarda qui.

-Cointraffic

Cointraffic merita sicuramente un posto in prima fila per il fantastico servizio che svolge dal 2013. E’ stata oltre che una delle prime anche una di quelle che ha avuto maggiore successo. Ma passiamo alle caratteristiche di questa piattaforma.

Molto semplice da utilizzare, puoi creare vari tipi di banner, dai classici quadrati, alle barre ma anche i pop-up. Questo ti consentirà di ottimizzare la tua strategia. Il payout è di soli 10€; e potrai scegliere se attivare campagne CPM o CPC.

L’unica pecca, dovrai aspettare un po’ perché il tuo sito venga rivisto e accettato nel programma come publisher.

-CoinAd

CoinAd è uno dei network dedicati al web-advertising con le remunerazioni più alte. L’utilizzo è semplice e intuitivo, crea gli slot dove vorrai inserire i banner, decidi il prezzo e aspetta che un advertiser faccia la sua proposta.

I pagamenti sono veloci e possono essere ricevuti in bitcoin o su PaypalCoinAd è una piattaforma molto professionale, per questo punta per dare il massimo della qualità ai propri advertiser.

CoinAd seleziona attentamente i propri publisher, per questo non accetta siti web/blog di bassa qualità o con poche visite mensili. 

-Coinzilla

Attivo dal 2016 Coinzilla è un’altra istituzione in questo settore. La piattaforma offre la possibilità di iniziare campagne CPC, CPM ma anche pop-up. Oltre questo potrai sfruttare il programma di refferal, guadagni il 10% su ogni deposito fatto da un advertiser o il 10% sui guadagni di un publisher.

Interessante anche la possibilità di richiedere il pagamento in Ethereum e non in Bitcoin.

Guadagnare Bitcoin gratis.

Guadagnare con la pubblicità per adulti (5)

Una soluzione adatta a pochi ma molto remunerativa è la pubblicità per adulti. Il settore a luci rosse si dimostra come uno dei più remunerativi sul web, per questo non sono pochi a scegliere questa soluzione per guadagnare con un blog.

La cosa più importante è che il tuo sito sia adatto a pubblicare questo genere di annunci. Il segreto per guadagnare con la pubblicità è offrire all’utente ciò che sta cercando, perciò non ha senso pubblicare un certo genere di annunci se sai già che il tuo pubblico non è interessato.

Vediamo quali sono i migliori ads networks nel settore della pubblicità per adulti.

-JuicyAds

JuicyAds merita sicuramente un posto nella top 10 degli advertising networks, attivo dal 2006 è ormai un pilastro del settore, oltre a essere uno dei più remunerativi. Con Juicy ti permette di scegliere tra una vasta gamma di campagne pubblicitarie (CPM, CPC, pop-up, ecc.).

Le campagne CPM sono sicuramente tra le migliori e le più remunerative. Il payout è disponibile già dai 25$, attraverso Paypal o Pioneer. Un referral program che ti permette di guadagnare il 20% su ogni advertiser o publisher che sponsorizzi.

Unica pecca, la dashbord non è semplicissima da utilizzare e necessità di un po’ di tempo per essere capita.

-Ero Advertising

Ero Advertising pubblica e lavora in oltre 200 paesi, con migliaia su siti web che aderiscono alla piattaforma. Ero Ads rappresenta una grande opportunità anche per i blog più piccoli, magari appena nati, dato che non viene richiesto nessun limite minimo di traffico per iniziare.

L’approvazione del sito web al programma di affiliazione può richiedere da 1 a 2 giorni lavorativi. Il programma di referral garantisce il 20% su ogni commissione generata, che sia advertiser o publisher.

La lista degli ads network potrebbe essere veramente lunga, per questo se ti va di approfondire e cercare altri network magari più adatti alla tua attività puoi visitare Adspyglass, dove troverai una lista esauriente di tutti i network, classificati in base alle loro caratteristiche.

Visualizza altri ads networks.

Mining sul browser (6)

Il mining sul browser è forse una delle soluzioni meno convenzionali per guadagnare con un blog, ciò non vuol dire che non sia valida. Il mining è il processo attraverso cui vengono create le criptovalute, solitamente sono necessari strumenti molto costosi come i miner Asics o simili, ma grazie ad alcuni servizi potrai sfruttare la CPU degli utenti per minare in background mentre loro visitano il tuo blog.

Come funziona? Non è per niente difficile, una volta registrato al servizio ti sarà fornito un codice da inserire nel tuo blog, una volta fatto è importante che i tuoi utenti sappiano cosa sta succedendo, non vorrai certo prenderli in giro vero? 

Per questo imposta un messaggio di avviso che venga visualizzato ogni volta che un utente visita il blog per richiedere l’autorizzazione a minare attraverso il suo browser. Potrebbe essere qualcosa di simile: “Ciao! vuoi sostenere sitoacaso.com permettendoci di utilizzare la potenza computazionale del tuo pc per minare criptovalute?” e poi magari un link per avere maggiori spiegazioni. Se usi WordPress il discorso è ancora più semplice.

Sembra complicato ma non lo è per niente, anzi. L’importante è informare sempre l’utente di ciò che sta succedendo e offrirgli la possibilità di non partecipare. Ricorda che l‘user experience è fondamentale per guadagnare con un blog. 

E ora vediamo quali sono i migliori servizi che possiamo utilizzare per il mining dal browser.

-Coinhive

Coinhive oltre a essere un software che permette il mining di Monero (la 12a criptovaluta per capitalizzazione) è stato spesso apostrofato come virus. Perché? Perché ovviamente molti siti lo utilizzavano senza avvisare i gli utenti, sfruttando la CPU a loro insaputa. La CPU può arrivare a essere utilizzata fino al 100% riducendo drasticamente le prestazioni del pc, ed è semplice quindi accorgersi del trucchetto. Per questo è importante avvisare i propri utenti di ciò che sta succedendo.

Questa tipologia di monetizzazione ti permette di guadagnare con un blog grazie alla semplice presenza di qualche utente che visualizza i tuoi contenuti, per questo risulta ideale per quei blog/siti dove l’utente rimane nella pagina per molto tempo.

I guadagni su Coinhive dipendono essenzialmente dalla quantità di hashes che riesci a risolvere insieme ai tuoi utenti (current payout 0.00005329 XMR per 1M hashes) . Più potente è la CPU maggiore sarà la velocità di hashes/second. 

Coinhive offre 3 tipologie di prodotto per monetizzare un blog:

  • Javascript miner API; il mining di cui abbiamo parlato fin’ora. L’integrazione nel proprio sito web è semplice, basta copiare qualche riga di codice e il gioco è fatto. In ogni caso su Coinhive trovi tutta la documentazione necessaria. 
  • Captcha Proof of Work; un semplice captcha dove l’utente clicca, il captcha si completa, e tu hai guadagnato. Puoi sempre regolare il numero di hashes che l’utente dovrà risolvere per completarlo e andare avanti (256, 512 o 1024 hashes). 
  • Shortlinks; monetizza i tuoi link più cliccati. Se il tuo sito genera un notevole traffico verso un sito puoi creare dei link appositi che costringono l’utente a risolvere un certo numero di hashes per arrivare alla pagina di destinazione.

-CryptoLoot

Un altra strada da seguire per il mining su browser è rappresentata fa CryptoLoot. Molto simile a Coinhive anche qui potrai guadagnare Monero semplicemente inserendo qualche stringa di codice sul tuo blog.

CryptoLoot offre inoltre un tool per il calcolo dei profitti. Inserendo una media dei tuoi utenti unici giornalieri e il tempo medio trascorso nel sito potrai farti un’idea di quanto puoi guadagnare con questo metodo di monetizzazione sul tuo blog.

Come si vede dalle statistiche il payout per CryptoLoot è di 1M Hashes: 0.00006257 XMR, maggiore rispetto a Coinhive ma non si distanziano più di tanto. Altri punti forti per CL sono sicuramente l’esecuzione silenziosa dello script e la semplicità di utilizzo.

I pagamenti vengono processato 12 volte al giorno, una volta ogni 2 ore al raggiungimento del payout minimo.

Perché minare Monero? Monero è una delle criptovalute più famose e utilizzate attualmente, il suo valore a fine 2018 si aggira intorno ai 50-60 $ anche se fino a pochi mesi fa è arrivata a valere anche 400$. Capisci che un monero oggi può valere 1000$ domani, o magari 500$. Conservare i tuoi guadagni in monero potrebbe essere la soluzione per un buon investimento.

Guadagnare con un blog: Merchandising (7)

Guadagnare con il merchandising potrebbe essere un’ottima soluzione per il tuo blog. Ovviamente come in tutti i casi, potrebbe anche non esserlo. Non tutti i blog possono permettersi di creare del merchandising da vendere, magari perché non hanno una folta platea di utenti, o magari perché non hanno un brand ben definito, i motivi possono essere tanti.

Il merchandise risulta essere la soluzione ottimale per i blog personali, cantanti, scrittori, artisti di vario genere. Perché per creare qualcosa di unico devi prima creare il tuo brand. Ovviamente non dico sia impossibile applicare tale filosofia a qualsiasi blog, ma è palese che per i siti che trattano argomenti più tecnici il discorso si articola diversamente.

Come iniziare a creare il tuo Merchandising.

L’idea. Cerca l’idea migliore per le tue tasche ma soprattutto per il tuo pubblico. L’utente deve essere coinvolto da ciò che gli vuoi vendere, che sia una maglietta, un portachiavi, una tessera giocattolo. Offrire qualcosa di veramente originale, o anche diciamo bizzarro, potrebbe fare la differenza. Puoi anche consultare il tuo pubblico, per essere certo di come procedere.

Pianifica. Se hai 10.000 utenti mensili non puoi produrre 5.000 portachiavi, è chiaro che andrai in perdita a causa dei costi che dovrai sostenere per produrli. Fatti un’idea di quante persone sono realmente interessate al tuo prodotto e redigi un piano per qualche mese. Fissa un prezzo alle tasche di tutti, se vuoi vendere una t-shirt il prezzo non potrà mai superare i 20-25€.

Affidati a un designer. La soluzione migliore per creare un prodotto di qualità è affidarsi a un esperto. Cercane uno buono che ti possa dare una mano anche durante la campagna, verifica i feedback e i lavora completati per farti un’idea di chi stai assumendo.

Trova un fornitore. A meno che tu non sia un artigiano dovrai affidarti a qualcuno che si occuperà della produzione. Cerca su Google e troverai sicuramente la risposta alle tue domande.

Premium Content (8)

Per creare dei contenuti premium e guadagnare con un blog devono esserci dei presupposto. Quali sono questi presupposti? Prima di tutto devi avere qualcosa di realmente Premium da offrire. Nessuno pagherà per un articoletto copiato qua e là su Google. Mettici del tuo e sfrutta al massimo le tue conoscenze.

Crea un portale utente user-friendly, con un iscrizione gratuita inizialmente, per passare poi alla versione Premium a pagamento. Avrai bisogno di tanto materiale, inizialmente per convincere l’utente ad iscriversi e successivamente alla versione a pagamento.

Guadagnare con un blog creando contenuti Premium non è complicato, ecco alcuni consigli che sarebbe meglio seguire per ottimizzare i risultati.

  • E-mail marketing; una volta iscritto al portale avrai a disposizione il contatto email dell’utente. Non essere stressante, a nessuno piace lo spam, manda poche mail mirate allo scopo. Secondo una legge del marketing un potenziale cliente deve visualizzare un annuncio 7 volte prima di decidere se acquistarlo.
  • L’iscrizione è GRATUITA; iniziare con un’iscrizione gratuita è d’obbligo, a chi non piacciono le cose gratis?
  • Crea la tua strategia; per sponsorizzare il tuo business avrai bisogno di creare banner pubblicitari, landing page e cose di vario genere. All’inizio crea più varianti, in seguito sostituisci i banner che generano meno conversioni con quelli più proficui.

Pay per post (9)

Guadagnare con un blog con il pay per post è semplice. Trova qualcuno interessato a un po’ di pubblicità e proponigli l’affare. Il segreto per scrivere questo genere di post è non far capire al lettore di ciò che veramente si tratta. Ovviamente di consiglio di sponsorizzare solamente realtà affermate e magari già conosciute, pubblicizzare una truffa non ti porterà da nessuna parte se non a perdere tutti i tuoi utenti.

Parti senza troppe richieste, a meno che il tuo blog non generi un traffico notevole. L’importante è che il post sia chiaro e argomentato, ben posizionato sui motori di ricerca e che spieghi quali sono effettivamente i vantaggi del prodotto che si sta sponsorizzando.

Gran parte dei guadagni in questo caso dipenderanno dalla tua forza contrattuale e dalle tue capacità di marketing, essere leader del settore ti permetterà di acquisire maggiore autorità che vuol dire maggiori guadagni.

Inserire un Offerwall (10)

Uno dei metodi di monetizzazione utilizzati nelle app è sicuramente quello di proporre un offerwall ai propri utenti. Inoltre l’offerwall può essere integrato anche con altri metodi di monetizzazione, ma facciamo un passo alla volta.

Cos’è un offerwall. Tradotto ‘muro delle offerte’ gli offerwall sono classici nelle GPT (Get Paid To) e ti permettono di guadagnare soldi online semplicemente risolvendo delle tasks, che sia completare l’iscrizione a un concorso a premi o condividere un post su facebook.

Potresti chiedere ai tuoi utenti di completare le offerte per sostenere il blog, ma non penso funzionerebbe. La soluzione migliore è affiancare l’accesso a contenuti premium e assegnare un tot. di crediti agli utenti per le offerte completate. In questo modo guadagnerai direttamente dal panel di affiliazione dell’offerwall, senza scucire un’euro dai tuoi utenti.

Il processo è semplice. Dopo l’iscrizione Pino completa le offerte, guadagna 100 crediti e acquista il materiale Premium. Dall’altra parte tu stai incassando per le offerte completate.

Per integrare un offerwall sul tuo sito web e iniziare a guadagnare con le offerte sponsorizzate puoi scegliere alcuni tra questi network.

Chiedi aiuto ai tuoi utenti (11)

Se hai una buona fan-base sono sicuro che in molti ti aiuteranno a portare avanti il tuo progetto attraverso una donazione, anche con pochi euro che posssono però fare la differenza. Gran parte degli youtuber guadagna più dalle donazioni che da Youtube stesso. Non c’è un segreto per ottenere donazioni continue ma è sicuro che avrai bisogno di una solida fan-base per monetizzare con le donazioni.

Vendere il blog (11+1)

Ti sei stancato e non hai più voglia di continuare con il tuo blog. Potresti venderlo piuttosto che abbandonarlo a se stesso e guardarlo andare alla deriva. Non è un vero metodo per guadagnare con un blog ma se i contenuti sono di qualità e hai un buon numero di visite mensile potresti farci qualche soldo

Se decidi di vendere il tuo blog/sito web dovrai prima di tutto verificarne il valore. Come fare? Per valutare al meglio un blog è bene basarsi su questi fattori:

  • Numero di utenti unici mensili;
  • Numero di visualizzazioni giornaliere;
  • Posizionamento su Google;
  • Alexa Rank del tuo blog;
  • Introiti mensili generati.

Tornando al discorso iniziale, non tutti i blog sono uguali. E’ chiaro che se il tuo è un blog personale, dove parli delle tue esperienze ed esponi le tue idee, sarà molto più difficile venderlo, dato che gli utenti seguono il blog per la persona che c’è dietro, non tanto per i contenuti.  

Riepilogo principali metodi per guadagnare con un blog

I migliori metodi per guadagnare con un blog:

Taggato con: ,

Siti simili Melascrivi, guadagnare scrivendo online

melascrivi-siti-simili-guadagnare-scrivendo

Siti simili Melascrivi

Per chi inizia a cercare un metodo di guadagno online Melascrivi è quasi sempre tra le prime opzioni che il web ci offre. Per chi non lo sapesse Melascrivi è un Marketplace dove editori e autori possono entrare in contatto in modo anonimo attraverso la piattaforma. I primi, gli editori, possono ottenere contenuti di qualità a un prezzo relativamente buono, mentre per gli autori c’è la possibilità di guadagnare qualche soldo scrivendo articoli di vario genere.

Ma probabilmente conosci già Melascrivi, in ogni caso, se vorresti saperne di più su questo particolare Marketplace puoi dare un’occhiata su -> Melascrivi, cos’è e come funziona.

Ora infatti parleremo di siti simili a Melascrivi.

Quanto posso guadagnare scrivendo online?

Quando si parla di guadagnare scrivendo online è bene precisare scrivendo di cosa e soprattutto per chi. Iniziare a scrivere per un blog o sito web già affermato potrebbe essere la soluzione ideale se li tuo desiderio è trasformare la scrittura di testi online in un vero lavoro da casa. Sta di fatto però che dovrai avere delle conoscenze particolari per iniziare un mestiere del genere, specialmente in campo SEO.

Il discorso cambia se ci riferiamo a Melascrivi e siti simili, in questo caso risulta molto più semplice iniziare a scrivere e guadagnare, anche se ovviamente le retribuzioni sono nettamente inferiori. Però in fondo per arrotondare qualcosa senza troppo stress, utilizzare questi servizi Paid To Write potrebbe essere la soluzione migliore. Attraverso Marketplace come Melascrivi potrai guadagnare fino a qualche centinaio di euro al mese, ovviamente più ti impegnerai nel lavoro più guadagnerai.

Siti simili Melascrivi

O2O

O2O è un altro Content Marketplace simile a Melascrivi, che ti permette di scrivere delle tue passioni. All’iscrizione infatti potrai selezionare tra un vasta scelta di categorie (cucina, lavoro, internet, finanza, ecc.) quelle che più ti piacciono e potrai scrivere degli articoli a tuo piacimento su questi argomenti.

siti-simili-melascrivi-guadagnare-scrivendo-o2o

Una volta completata la scrittura dei testi dovrai mandarli alla redazione. Da li verranno valutati e, se ritenuti idonei, inseriti in uno dei siti del network O2O. In caso contrario, cioè se fossero rifiutati, dovrai riscriverli o apportare le modifiche richieste.

Quanto paga O2O? Il pagamento massimo per un articolo si aggira intorno ai 7€, potrai prelevare i tuoi guadagni attraverso Paypal una volta raggiunti i 25€.

Recensioni Visita Sito

GreatContent

Un altro Marketplace che non ha bisogno di presentazioni è Great Content, che a essere sinceri non è tanto simile Melascrivi, ma ti permetterà comunque di guadagnare con le tue doti da scrittore. 

Già dal nome possiamo capire che i contenuti richiesti sono di qualità, per questo è importantissimo seguire le linee guida ed evitare assolutamente di copiare. Ricorda, basta un attimo per verificare se il contenuto è stato copiato.

Gli articoli su GreatContent sono pagati, dai 2 € per le fasce più basse, fino a 9 € per i freelancer migliori. Cerca di eccellere e guadagnare tanti feedback positivi per avere accesso a più articoli. Pagamenti su conto bancario o Paypal.

Recensioni Visita Sito

Textbroker

Textbroker ha riscosso un notevole successo negli ultimi anni, sicuramente per le tariffe abbastanza vantaggiose sia per gli autori che per gli editori, ma anche per la serietà della compagnia e la precisione nei pagamenti.

Una volta completata l’iscrizione ti sarà richiesto di scrivere un testo dalle 300 alle 350 parole, su un argomento specifico. Dopo la valutazione del testo da parte di Textbroker ti verrà assegnato un livello, dalle 2 alle 4 stelle. Ovviamente gli autori con più stelle guadagnano di più, quindi cerca di impegnarti.

Punto a favore per Textbroker, è possibile richiedere il pagamento una volta raggiunta la soglia dei 10 €.

Recensioni Visita Sito

Freelancer

Freelancer è una delle più grandi piattaforme per il lavoro online, un punto d’incontro fra chi cerca un servizio specifico e chi può offrirlo. Per questo ti consigliamo assolutamente di provare Freelancer, non sarà difficile trovare qualche incarico.

Parti nettamente avvantaggiato se sai parlare l’inglese, o almeno sai scrivere con buona grammatica.

Recensioni Visita Sito

Peopleperhour

Un sito simile Melascrivi ma che paga a ore, come si può facilmente intendere dal nome. Peopleperhour ti permette di entrare in contatto diretto con l’editore che commissiona il lavoro, in questo modo sarà anche più semplice capire ciò che dobbiamo fare.

Alla fine del lavoro le controparti si potranno valutare a vicenda, in questo modo tutti cercheranno di comportarsi in modo corretto, per evitare di essere etichettati dalla community come gente con cui è meglio non lavorare.

L’iscrizione è gratuita e non richiede nessun dato particolare, ma ricorda di non copiare e impegnarti nel lavoro, i migliori possono raggiungere vette più alte.

Recensioni Visita Sito

Altri siti simili Melascrivi -> Visita

 

Taggato con: , ,

Trading Forex: guida, strategie, consigli per il trading online

trading-forex-cfd-broker

Trading Forex Online

Il mondo degli investimenti si è ormai evoluto da tempo, con nuovi strumenti finanziari in continua espansione. Grazie alla possibilità di investire comodamente dal proprio divano, magari mentre si guarda la partita in TV, ormai il mercato degli investimenti è alla portata di tutti. Un’evoluzione tecnologica che ha permesso un enorme aumento dei capitali circolanti in tutto il mondo. E tu cosa stai aspettando? Non sei sicuro che il trading online faccia per te?

Nessun problema. In questa guida troverai tutto ciò che c’è da sapere sul trading online, trading forex /CFD e tanto altro. E infine parleremo anche delle migliori strategie di trading da mettere in pratica per iniziare a guadagnare come un vero trader professionista.

Ovviamente nel trading c’è chi vince e chi perde, ricorda sempre di investire solamente ciò che sei disposto a perdere, il trading online non è un gioco, per questo la cosa più importante prima di mettere a rischio il proprio capitale è informarsi a dovere.

Trading Forex: cos’è?

Per chi si avvicina al mondo del trading per le prime volte risulta spesso complicato capire cosa significhino tutte queste sigle, CFD, forex, e la stessa parola trading magari non dice niente. Bene, devi sapere che anche se molto spesso si parla di trading online senza fare particolari distinzioni, si può fare trading in vari modi, decidendo innanzitutto su quali strumenti investire.

Per questo quando parliamo di trading Forex ci riferiamo a un mercato in particolare, il mercato Forex per l’appunto. Cos’è il mercato Forex? Il mercato Forex è possiamo dire il mercato più antico del mondo, ovvero il mercato delle valute, un mercato da 4 trilioni di dollari al giorno. Prima era necessario spostare quintali di monete per commerciarle, ora è sufficiente un pc e una connessione internet, investimento minimo e la possibilità di sfruttare l’effetto leva per aumentare i profitti (in seguito parleremo meglio dell’effetto leva nel trading forex).

Come si guadagna nel Forex? Come abbiamo detto il Forex è il mercato delle valute ( euro,dollaro,yen,ecc.), andremo quindi ad operare acquistando o vendendo coppie di valute, in base alle nostre previsioni di mercato.

Guadagnare Bitcoin Gratis

Trading CFD

Per dovere di cronaca riportiamo anche il trading in CFD. Non una nemesi del tarding forex, ma più un amico fidato. Il trading in CFD ( contratti per differenza ) ci permette di negoziare strumenti quali azioni, indici, etf, materie prime, ecc.

Il trading CFD è la risposta al problema di tutti quegli investitori che avrebbero voluto, ma che per un motivo o per l’altro non se la sono mai sentiti di investire. Ricordi quelle azioni che volevi comprare tempo fa? Sono salite? Magari volevi comprarle ma per la pigrizia di non andare in banca a comprarle hai perso l’occasione. Inoltre costavano già tanto, oggi per comprare un’azione Amazon servono circa 1000 $. E come trading-forex-bitcoinpuò allora un uomo della classe media investire il proprio denaro.

Ed è qui che entra in gioco il broker che con il suo servizio di trading CFD ti permetterà non solo di acquistare gli strumenti/indici che preferisci comodamente da casa, ma di farlo sfruttando l’effetto leva, cioè pagando solo una piccola parte del valore. In questo modo non entrerai in diretto possesso dello strumento. Acquistando Facebook, Amazon, le azioni non entreranno in tuo possesso, e alla chiusura del contratto regolerai i conti con il broker.

I broker di trading ti permettono di eseguire due tipi di ordine:

  • Call (Acquista) -> le tue aspettative sul prezzo dello strumento sono positive, se il prezzo sale tu guadagni;
  • Put (Vendi) -> le aspettative sono ribassiste, in questo caso ‘vendi allo scoperto’ cioè è come se vendessi qualcosa che non ti appartiene, con questo tipo di ordine più il prezzo scende più guadagni.

Come vedi quindi ci sono varie differenze tra il trading Forex e quello in CFD, a partire dagli strumenti su cui si investe ma anche per le tecniche e strategie di trading utilizzate.

Hai mai pensato di investire in criptovalute?

Fare trading online: puoi farlo anche tu

Quando ci si avvicina a una materia complicata, e soprattutto vasta, come il trading è normale che al contempo nascano tanti dubbi. Ma se poi non sono in grado? E se perdo tutto? E se finisco in qualche fregatura, perdo i soldi, l’auto, la casa e mia moglie chiede il divorzio? Quest’ultimo scenario forse era un po’ troppo catastrofico, ma insomma ognuno ha i propri timori. Ciò che possiamo dire per certo è che il trading online, e specialmente il trading Forex e in CFD, è fatto per tutti. I requisiti per iniziare sono così minimi che anche con poche centinaia di euro potrai iniziare la tua esperienza da trader.

“Eh si ma io non voglio perdere i miei soldi, non ho mai fatto trading è ovvio che li perderò.”

Esistono i conti demo gratuiti.

Ebbene si, molti broker online ti offrono la possibilità di aprire un conto gratuito in demo, ciò vuol dire dati dei grafici ritardati di qualche minuti e soldi più finti del monopoli. In questo modo potrai esercitarti al meglio con la strategia che preferisci, verificarne i risultati e solo in un secondo momento aprire un conto reale. Un esempio di broker che permette di iniziare con un conto demo è Plus500, prova ora il conto demo Plus500. 

Se invece sei più un tipo: “Non mi fido delle cose su internet” ; ti ricordiamo che è sufficiente verificare quali sono i broker online certificati Cysec (certificazione europea) o anche Consob (per l’Italia). In questo modo sarai certo di investire i tuoi soldi con un broker verificato e sottoposto a continui controlli.

Alla fine dell’articolo trovi una lista dei migliori broker tra cui scegliere per iniziare.

Quanto posso guadagnare con il trading Forex?

La domanda che tutti si fanno prima di iniziare insomma. Ma quanto guadagna veramente un trader? Cominciamo sfatando qualche mito. Il trading online, sia Forex che in CFD, non ti farà diventare ricco in poco tempo. E’ una realtà da accettare per iniziare al meglio la tua esperienza, consapevole degli obbiettivi che potrai raggiungere. Ovviamente il discorso è relativo, perché se è pur vero che la maggior parte dei traders chiude l’anno in perdita, è vero anche che molti guadagnano cifre da capogiro. Ma allora come entrare a far parte di quei traders di successo, che assaporano il loro mojito da una bianchissima spiaggia Hawaiana mentre fanno un sacco di soldi con il loro pc?

Studiare.

E non solo. Iniziare a fare trading è semplice, il problema vero è iniziare a guadagnare. Aprire un conto richiede 5-10 minuti, imparare tutto ciò che c’è da sapere sul trading può richiedere una vita. Per questo il primo passo per iniziare a fare trading Forex è documentarsi e imparare a conoscere tutte le sfumature di questa materia.

Per fare un’esempio. Considerando di iniziare a fare trading Forex con un capitale di 5000€ , ipotizzando un guadagno medio mensile del 10% avremo un profitto. Iniziando invece con un capitale di 1000€ il profitto sarà diverso, anche se magari le percentuali di guadagno saranno le stesse.

Come vedi quindi i tuoi guadagni dipenderanno anche da quanto sarai disposto a rischiare.

trading-forex

Vantaggi e svantaggi trading Forex

Discuteremo ora quali sono i principali vantaggi e svantaggi nel mercato Forex.

Vantaggi. Essendo il Forex uno dei mercati più grandi uno dei vantaggi principali è sicuramente l’enorme liquidità che contraddistingue questo mercato; l’elevato numero di scambi e contratti garantisce un’ottimo livello di efficienza e stabilità nel mercato. Un altro vantaggio dal punto di vista fiscale è che gli strumenti del Forex non sono assoggettati alla tassa sugli strumenti finanziari, o Tobin tax. L’interesse costante sviluppatosi negli anni ha portato alla diffusione di grandi quantità di materiale informativo su cui iniziare a studiare, imparare tecniche e strategie per il trading Forex. Così che quindi con qualche ricerca sul web può iniziare a fare trading autonomamente. Ultimo ma non per importanza, l’effetto leva. L’effetto leva permette al trader di sfruttare al massimo il suo capitale. Una leva di 1:10 permette di investire fino a 10 volte il nostro capitale. Ciò vuol dire che investendo 1€ acquisterai per 10€, anche il risultato finale, che sia esso positivo o negativo, viene amplificato.

Svantaggi. Il principale pericolo di operare nel mercato Forex è sicuramente la possibilità di perdere il proprio capitale, cosi come in qualsiasi investimento. Per questo nonostante l’effetto leva offra la possibilità di guadagnare cifre più che dignitose, va ricordato che l’effetto leva si applica anche sulle perdite, per questo una strategia di trading sbagliata combinata con l’effetto leva può ridurre drasticamente il tuo capitale. Un altro svantaggio, se così si può chiamare, è la possibilità di imbattersi in un broker non regolamentato. TI consigliamo quindi di verificare sempre che il broker scelto sia autorizzato dalle autorità italiane ed europee (Cysec, Consob).

La leva finanziaria

Se prima erano necessari ingenti capitali per investire, sia che si parlasse di azioni che di mercato Forex, ora è possibile farlo con poche centinaia di euro. Chi l’avrebbe mai detto? Aprire un conto in 5 minuti e moltiplicare i propri profitti grazie all’effetto leva. La leva finanziaria nel trading Forex permette di moltiplicare il tuo capitale fino a 100 volte! Con un capitale di 100€ puoi operare come se ne avessi 10.000. A questo punto capisci che i profitti possono aumentare esponenzialmente, cosi come le perdite ovviamente.

Per questo la leva va sempre considerata come un’arma a doppio taglio, che se usata bene può regalare veramente tante soddisfazioni, rischiando sempre un capitale minimo. L’arma migliore per proteggersi dalla leva finanziaria quando le cose si stanno mettendo male è utilizzare gli stop-loss. Impostare uno stop-loss a un determinato livello di prezzo ti permetterà di evitare ulteriori perdite, calcolando esattamente in € quanto sei disposto a perdere.

Per rendere l’idea dell’effetto leva facciamo un esempio concreto. Prendendo nel caso il cambio EUR/USD ( l’euro dollaro ) ipotizziamo di prendere una posizione di acquisto con 100€, il cambio dato a 1,2500. Decidiamo di vendere quando il cambio raggiunge i 1,3000. Il nostro profitto:

  • senza leva: 4€
  • con leva (1:100): 400€ 

Possiamo quindi dire che la leva finanziaria è uno strumento potente che va utilizzato con cautela ( da grandi poteri derivano grandi responsabilità cit. ).

Un altro strumento molto interessante che sfrutta la leva finanziaria sono le opzioni binarie, scopri di più.

Migliori tecniche e strategie trading Forex

In questa sezione parleremo di quali sono le migliori tecniche utilizzate dai traders di tutto il mondo nel mercato Forex. La maggior parte di queste strategie richiedono un minimo di conoscenza per quanto riguarda gli strumenti da utilizzare, perciò, se inizialmente ti senti un po spaesato, non ti preoccupare, col tempo imparerai a muoverti sempre meglio, fino a creare tu stesso la strategia che più si adatta alle tue esigenze.

Ma bando alle ciance e iniziamo subito.

Analisi fondamentale Forex

L’analisi fondamentale nasce come strumento utilizzato dagli analisti principalmente per valutare lo stato di salute di un’azienda attraverso quelle variabili economiche classiche di un’impresa come debito, situazione patrimoniale, flussi di cassa, ecc.

Ovviamente è possibile applicare l’analisi fondamentale anche al trading Forex. Questo genere di analisi, applicata al mercato delle valute, si basa su quelle variabili ‘macroeconomiche‘ capaci di influenzare l’equilibrio monetario. Quali sono queste variabili? Occupazione, PIL, rapporto debito/PIL, inflazione, ecc.

Ovviamente per un individuo nella media può risultare complicatissimo leggere e analizzare questo tipo di dati, anche perché in economia 100 non sempre vuol dire 100. Nel senso che i numeri sono sempre relativi, e vanno considerati in base al contesto in cui vengono analizzati. La cosa migliore da fare è seguire i report che, periodicamente, vengono pubblicati da giornali specializzati, banche, analisti e così via.

Un’altra questione di vitale importanza da considerare nell’analisi fondamentali sono le news. Cerca di restare sempre aggiornato sulle ultime notizie, specialmente quelle grosse che fanno molto rumore e portano i traders ad agire e prendere cambiare la loro posizione. L’annuncio di nuovi dazi, nuove alleanza politiche, sono tutti fattori che possono influenzare, e non poco, l’andamento nel mercato delle valute.

Se vuoi approfondire il tema dell’analisi fondamentale puoi dare un’occhiata qui: analisi fondamentale trading Forex.

Analisi tecnica Forex

L’analisi tecnica è sicuramente una delle tecniche più utilizzate dai traders nel trading, ed è ancora più utilizzata nel trading Forex, dati i continui rialzi e ribassi a cui sono solite le coppie di valute (come sai il tasso di cambio tra due valute, per es. EUR/USD, non subirà mai grosse variazioni, ma tante piccole ogni giorno, un sali e scendi continuo). Questo genere di andamento permette al trader che utilizza l’analisi tecnica di destreggiarsi al meglio tra le variazioni, sfruttando ovviamente gli strumenti di analisi tecnica.

Ma passiamo al succo della questione. L’analisi tecnica può essere considerato come lo studio del grafico, è li che stanno tutte le informazioni che ci servono per decifrare l’andamento del mercato. Ma come? Questi sono i principali strumenti utilizzati nel trading Forex, con annessa spiegazione di cosa sono e a cosa servono.

La Media Mobile. La media mobile è uno degli indicatori di più facile utilizzo nel mondo dell’analisi tecnica, esso viene rappresentato come una linea che segue l’andamento del prezzo. Lo scopo principale di questo indicatore è individuare i trend in corso e confermarne la direzione, in alternativa può segnalare anche un inversione di tendenza.

Oscillatore RSI. L’ RSI, utilizzato da tutti i traders, ci permette di individuare le zone di iper-comprato e iper-venduto, ovvero quelle situazioni in cui quasi tutti gli operatori si muovono allo stesso modo. Può essere efficacemente utilizzato affiancato dalla media mobile, che rappresenta appunto una via di mezzo.

MACD. Questo strumento è un’oscillatore, esattamente come l’RSI. Il suo compito nell’analisi tecnica di un grafico Forex è quello di rilevare i volumi di acquisto o vendita dello strumento, ad alti volumi di scambio corrispondo maggiori variazioni dei prezzi, diventa così molto più semplice decifrare l’andamento del mercato.

I Pivot Point. I Pivot Point corrispondo a supporti e resistenze sistemati nel grafico come linee rette che vanno ad intersecare i punti di minimo e massimo. Questo strumento ci consente di individuare il trend in corso o di  riconoscerne un’inversione. I supporti stanno sotto il grafico e, come un tappeto elastico, fanno rimbalzare il prezzo verso l’alto. Al contrario le resistenze stanno sopra e mantengono il prezzo sotto quel livello. Quando il prezzo rompe una resistenza, o un supporto, è l’inizio di un nuovo trend, che sia al rialzo o al ribasso.

Libri trading Forex

Come abbiamo già detto studiare e imparare è il primo passo per non perdere i propri soldi e viceversa creare una rendita dal trading online. E quale modo migliore per iniziare se non leggendo qualche libro? Certo che però a volte è veramente complicato scegliere da dove iniziare, tutti promettono la formula vincente per diventare ricchi, leggi 400 pagine di libro e poi ti ritrovi con un pungo di mosche in mano. Ecco perciò una piccola lista dei migliori testi finanziari da acquistare per iniziare la propria attività da trader.

Analisi tecnica dei mercati finanziari ( Martin J. Pring ). Un must per chi ha deciso di iniziare a fare trading Forex con l’analisi tecnica. La lettura è piacevole e semplice, i concetti vengono spiegati in modo chiaro e con l’ausilio di grafici ed indicatori.

La serie Market Wizards ( Jack Schwager ). Una serie di testi riguardanti l’analisi dei mercati finanziari, una colonna apprezzata dai traders di tutto il mondo. Unico punto a sfavore: i testi sono un pò datati. Per questo non danno una visione moderna dei mercati, ma rimane comunque un’ottima lettura per i neofiti.

Analisi tecnica dei mercati finanziari. Metodologie, applicazioni e strategie operative ( John J Murphy ). Da anni considerato come una ‘Bibbia’ del trading, utilizzato sia dai principianti che dai più esperti.

 Japanese Candlestick Charting Techniques ( Steve Nison ). Uno dei libri più completi per quanto riguarda il trading con grafici a candela, tanto che gran parte delle tecniche e strategie di trading Forex si basano proprio su questo libro e sulle osservazioni di Nison.

Questi sono solo alcuni dei migliori libri sul trading, ovviamente, essendo una materia vastissima, non ti basterà leggere un libro per diventare un trader di successo. Ma con impegno, dedizione e ricerche personali il tuo bagaglio culturale crescerà giorno dopo giorno, fino a quando tu stesso riconoscerai di essere diventato un esperto del settore.

Inoltre la maggior parte dei broker online mettono a disposizione del materiale didattico, molto utile agli utenti alle prime armi con il trading.

Segnali gratuiti trading Forex

Uno dei problemi che quasi tutti i trader alle prime armi affrontano è sicuramente non riuscire a trovare le notizie giuste. Nonostante i grafici, i mille indicatori, la nostra strategia fa cilecca. Se ti sembra di non riuscire a leggere bene un grafico, o di non riuscire a stare al passo con le notizie, non ti preoccupare, potrai sempre sfruttare i segnali di trading gratuiti.

Cosa sono? Molti servizi (ma anche broker), come per esempio 24Option, offrono la possibilità di aver accesso a una newsletter sui segnali di trading. Possiamo definire 3 tipologie di segnali:

  • Segnali di trading operativo, ovvero segnali basati sull’analisi tecnica che ti diranno se comprare o vendere;
  • Segnali di trading news, news fresche di stampa, come abbiamo già detto il mercato valutario è spesso influenzato dalle variabili macroeconomiche, per questo è importantissimo tenersi informati per programmare una strategia anche a medio termine;
  • Segnali di trading generale, segnali di carattere generale basati su analisi fondamentale e tecnica.

Ovviamente si parla di segnali gratuiti, e molto spesso riguardano analisi più ampie e generali. Se invece vorresti dei segnali ben precisi potresti pensare di utilizzare un servizio di segnali trading a pagamento. Ovviamente sono molto più precisi ed efficaci dei segnali gratuiti, un investimento che avrebbe un notevole ritorno.

Vorresti guadagnare Bitcoin gratuitamente?

Copy-trading con eToro

Probabilmente avrai già sentito parlare di social trading o copy trading. No? Niente di complicato, anzi, probabilmente è la soluzione migliore per iniziare e imparare dai migliori. Il social trading ti permette infatti di guadagnare copiando dai migliori, una schiera di traders selezionati appositamente dal broker, per aiutare anche gli altri a guadagnare. Ed è cosi che nasce eToro.

Nonostante ci siano anche altri broker che offrono questa possibilità eToro si è subito distinto per la formula vincente. All’iscrizione inoltre potrai decidere se aprire un conto demo o un conto reale. Il deposito minimo di 250€ ti permetterà darà la possibilità per un determinato periodo di tempo di copiare gli altri traders. Ovviamente potrai scegliere se seguire le loro mosse, o magari operare solo quando si sarà pronti.trading-forex-etoro

Grazie alla vasta gamma di traders da copiare presenti su eToro potrai scegliere quello che più si adatta alle tue esigenze. A ogni trader viene affiancata la sua percentuale di profitto in un determinato arco di tempo, il suo livello di rischio e gli strumenti finanziari su cui opera. In questo modo potrai anche definire una tua strategia per il rischio.

Per iniziare a fare trading Forex, CFD, ma anche criptovalute come Bitcoin, Litecoin, su eToro è sufficiente completare il form d’iscrizione. E se ancora non ti senti pronto puoi iniziare con il conto demo. Apri un conto con eToro.

Migliori Broker trading Forex

Per concludere ecco una lista dei migliori broker di trading Forex e CFD , tutti regolamentati, operanti da anni nel settore. Alcuni di essi, periodicamente, fanno particolari offerte per i nuovi utenti (Bonus sui depositi, newsletter, ecc.). Nella tabella trovi anche il deposito minimo richiesto per iniziare a fare trading.

BrokerCaratteristicheDeposito minimoInizia
trading-forex-etoro-Social trading
-Leva max 1:400
-Conto demo
200€ (dipende dal paese d'origine) Fai trading ora!
tradin-forex-activtrades- Leva fino a 1:400
-Piattaforma di trading Metatrader5
100€ Fai trading ora!
trading-forex-plus500-Da anni nel settore
-Leva max 1:300
-Conto demo
100€ Fai trading ora!
trading-forex-vipro-Conto demo
-Ottima assistenza
25€ Fai trading ora!
trading-forex-24option-Corso di trading
-Segnali gratuiti
100€ Fai trading ora!

Taggato con: , ,

Guadagnare camminando: 5 App per guadagnare davvero!

guadagnare camminando

Guadagnare camminando: come, dove, quando

Sei un tipo sportivo e vai a correre almeno 2 volte a settimana? Oppure sei costretto a macinare km di strada a piedi per andare a lavoro? Hai mai pensato di monetizzare i tuoi sforzi? Da oggi è più semplice che mai, siamo nell’era in cui puoi guadagnare soldi reali semplicemente camminando.

Già da tempo si sente parlare di app che permettono di guadagnare camminando, faremo un po’ di chiarezza, su quali sono le migliori, e su quanto è veramente possibile guadagnare. (SPOILER–>Non diventerai ricco)

Sweatcoin, l’app che ti paga per camminare (iOS,Android)

Sicuramente una delle migliori app per guadagnare senza lavorare, dopo il grande successo negli Stati Uniti Sweatcoin sbarca anche da noi, e non si può dire che non sia stata apprezzata. Il successo è testimoniato dagli oltre 5 milioni di utenti attivi al momento. Il funzionamento dell’app è veramente semplice, una volta scaricata essa si collegherà al GPS, contando i passi calcolerà i vostri guadagni.

sweatcoin guadagnare camminando

 

Attenzione ci sono delle regole: non valgono i passi al chiuso, quindi niente tapis roulant o idee simili.

Quanto si guadagna con Sweatcoin?

I payuot di Sweatcoin sono attualmente tra i migliori. L’app paga 1 sweatcoin ogni 1000 passi. Gli sweatcoin sono spendibili nello shop dell’app, dove troverete scarpe, libri, gadget e prodotti di vario genere. Va considerato che circa 15 sweatcoin equivalgono a un prodotto di 25$.

Inoltre gli account con iscrizione gratuita non possono raccogliere più di 5 sweatcoin al giorno.

Scarica Sweatcoin

 

Movecoin, guadagnare camminando (iOS,Android)

Movecoin nasce come una start-up tutta italiana, un’app che ti permette di guadagnare camminando, correndo e pedalando. Movecoin come la precedente Sweatcoin sta riscuotendo un grande successo, specialmente tra gli appassionati di fitness, ma anche tra chi, per un motivo o per l’altro si sposta a piedi o in bici.

movecoinQuanto si guadagna camminando con Movecoin?

Come la precedente anche Sweatcoin sfrutta la posizione del GPS per calcolare i i tuoi guadagni. La ‘green app’ Movecoin permette quindi di guadagnare 10 centesimi ogni km percorso. Successivamente sarà possibile spendere i propri Movecoin all’interno del negozio online dell’app, oppure metterli in vendita, e scambiarli con soldi reali.

Scarica Movecoin

 

BeMyEye, guadagna nel tempo libero

Si discosta leggermente dall’idea delle precedenti app, ma con BeMyEye potrai guadagnare soldi reali semplicemente completando delle piccole missioni. Tali missioni possono essere di vario genere, compilare un questionario, verificare la presenza di uno specifico prodotto in un negozio fisico, trovare materiale pubblicitario e così via.

Una volta registrati sarà sufficiente prenotarsi per una missione, e una volta portata a termine l’utente guadagnerà punti virtuali convertibili in soldi reali. BeMyEye non permette di guadagnare camminando, ma sarai comunque costretto a farlo per iniziare a guadagnare.

bemyeye

Quanto si guadagna con BeMyEye?

BeMyEye nasce nel 2013, e in poco tempo si internazionalizza, spostando i suoi confini oltre l’italia. Le missioni richiedono per la maggior parte delle volte di recarti in un negozio, e verificare la presenza di un prodotto, oppure che l’espositore sia ben sistemato. Una volta raggiunto il negozio sarà sufficiente mandare la foto del prodotto/espositore (qualsiasi cosa sia) e riceverete i punti virtuali sul vostro account.

In media una missione con BeMyEye viene pagata dai 4-5 €, ovviamente non sempre saranno disponibili nuovi compiti. Il segreto sta nell’essere svelti per prenotarli quando disponibili.

Scarica BeMyEye

 

Payver, guadagnare guidando (iOS)

Ebbene si, non c’è mai limite all’immaginazione. Payver ti permette realmente di guadagnare guidando la tua auto, attraverso una fotocamera puntata sul parabrezza dovrai letteralmente registrare la strada percorsa, in questo modo fornirai utili informazioni per la mappatura delle strade.

La start-up Lvl5, creatrice di Payver, mira alla raccolta dati per migliorare il funzionamento delle macchine a guida autonoma e, non disponendo di un elevato numero di automobili, ha deciso di ingaggiare milioni di utenti in tutto il mondo. In fin dei conti, se guadagnare camminando ti sembrava faticoso, ora non hai più scuse.

Quanto si guadagna con Payver?

L’app ha già mappato oltre 800.000 km di strada negli States e attualmente paga da 1 a 5 centesimi per ogni km percorso. Il tariffario può variare in base alle zone in cui si utilizza l’app, le zone non battute sono considerate quindi le più appetibili.

Scarica Payver

 

BitWalking, guadagnare camminando

Per ultima ma ovviamente non per importanza, abbiamo BitWalking. Semplice e di facile utilizzo Bitwalking permette a chiunque possegga uno smartphone di guadagnare camminando soldi reali. Sarà sufficiente scaricare l’app e collegarla al GPS, BitWalking è utilizzabile anche con lo smartwatch.

I guadagni potranno essere spesi all’interno del negozio online o in altri shop convenzionati.bitwalking

Quanto si guadagna con BitWalking?

Una volta scaricata l’app potremo subito iniziare a guadagnare. Quanto? 1 dollaro ogni 10.000 passi, con un massimo di 3 dollari al giorno. Potrebbe sembrare pochissimi ma se pensiamo ad alcune zone del mondo dove il salario medio si aggira tra i 40-50 dollari, capirete che anche pochi dollari in più possono fare la differenza.

Scarica Bitwalking

 

Non ti interessano le app per guadagnare camminando?

Ne abbiamo tante altre!

Sephiroth – Guadagna scaricando app, guardando video, pubblicità. ecc.

Freelancer – Guadagna facendo piccoli lavoretti occasionali.

Faucets CryptoCoins – Guadagna Bitcoin, Ethereum, Litecoin gratuitamente!

11 App per guadagnare dallo smartphone!

 

 

 

 

Taggato con: ,

Opzioni binarie: cosa sono e come guadagnare con il trading

Opzioni binarie: cosa sono?

Opzioni binarie, opzioni binarie. Ma cosa sono effettivamente? Com’è possibile investire in opzioni binarie? Ed è davvero così facile come tutti dicono? Quanto si guadagna?

In questo articolo cercheremo di dare una risposta a tutte queste domande, per risolvere i dubbi dei nuovi arrivati, di chi si sta avvicinando ora a questo strumento finanziario.

Iniziamo precisando che le opzioni binarie non hanno niente a che fare con il gioco d’azzardo o con la fortuna. Stiamo parlando di uno strumento finanziario derivato.

Cos’è uno strumento finanziario derivato? Gli strumenti finanziari derivati sono contratti o titoli il cui andamento ( aumento/diminuzione del valore ) è legato al valore di mercato di altri strumenti finanziari, detti sottostanti. I sottostanti possono essere dei più svariati tipi : azioni, obbligazioni, valute, materie prime, ecc.

Per guadagnare con le opzioni binarie sarà sufficiente azzeccare le previsioni sull’andamento del titolo in un determinato periodo di tempo.

Le opzioni binarie degli strumenti che riflettono gli andamenti dei mercati borsistici, non è il broker ( la piattaforma di trading ) a decidere l’andamento dei titoli. Qui non si parla di gioco d’azzardo. Investire in opzioni binarie è un’opportunità di lavoro per fare davvero tanti soldi.

 

 

E’ davvero possibile guadagnare con le opzioni binarie?

Guadagnare con le opzioni binarie è sicuramente possibile, se pensi non sia vero puoi andare a dirlo a tutti quei traders che ogni giorno si guadagnano da vivere in questo modo.

Ebbene si, molti guadagnano cifre da capogiro con il trading in opzioni binarie. Purtroppo, amara verità, non tutti possiamo diventare trader professionisti e guadagnare cifre astronomiche. La maggior parte dei traders perde il proprio capitale nel giro di poche settimane. Guadagnare con il trading in opzioni non è semplice, e chi ti dice il contrario mente.

Per questo nel seguito di questo articolo parleremo dei fattori più importanti del trading in opzioni, fattori che fanno la differenza per diventare un trader di successo. Ma prima, parliamo di quella che è forse la domanda più gettonata quando si parla di trading: quanto si guadagna con il trading?

Quanto si guadagna con il trading opzioni binarie?

Domanda fatta e rifatta, proposta in mille salse. Ma mai nessuno che riesce a dare una risposta concreta su quanto si possa davvero guadagnare. Purtroppo nemmeno qui troverai una risposta universale valida per tutti. Il successo nel trading dipende principalmente dalle tue capacità, dall‘esperienza e dalla conoscenza del settore.

Fare trading senza nessuna conoscenza in materia ti porterà solamente a perdere soldi, e poi ti lamenterai che è tutto una truffa e blablabla. La verità è che sei tu a decidere del tuo destino, nessuno apre le posizioni per conto tuo, sei tu che scegli, e se scegli male non è giusto prendersela con gli altri.

Ora però vogliamo rispondere a questa domanda: quanto si guadagna con le opzioni binarie?

Supponiamo di iniziare la nostra attività di trading in opzioni binarie con un capitale di 1.000€. Ovviamente maggiore è il capitale iniziale, maggiori sono le possibilità di guadagnare cifre di un certo rispetto. Iniziando con 1.000€ non puoi aspettarti di guadagnarne 10.000 in un mese. Potrebbe anche succedere, ma sarebbe più fortuna che altro.

Torniamo ai nostri conti. Durante l’attività di trading ci si aprono due strade: reinvestire i guadagni o continuare a operare con un capitale di 1.000. Il nostro consiglio è quello di reinvestire i guadagni, e ora capirai anche il perché.

 Capitale all'inizio del mese:Capitale alla fine del mese:
Gennaio10001300
Febbraio13001690
Marzo16902197
Aprile21972856
Maggio28563712
Giugno37124825
Luglio48256272
Agosto62728153
Settembre815310598
Ottobre1059813777
Novembre1377717910
Dicembre1791023283

Come vedi reinvestendo i guadagni di questo ipotetico 30% fisso mensile puoi guadagnare 23283-1000= 22283€. Mantenendo invece il capitale fisso a 1000, ritirando i guadagni, puoi guadagneresti 300 x 12= 4200€.

C’è una bella differenza insomma. Ovviamente non è detto che investendo 1000€ guadagnerai certamente così tanto. Potresti ottenere guadagni del 20% annui, e non sarebbe comunque male. Il segreto sta nel reinvestire il i guadagni.

 

 

Tutti i tipi di opzioni binarie

Parlare di opzioni binarie in generale può risultare molto riduttivo data la vastità dell’argomento. Esistono infatti tantissimi tipi di opzioni binarie, con caratteristiche diverse sia per i rendimenti che per la difficoltà di utilizzo. Per questo ora analizzeremo tutte le tipologie di opzioni binarie su cui è possibile investire. Parleremo di 60 secondi, lungo termine, Ladder e qualche altra.

Opzioni binarie 60 secondi

Tra le più famose tipologia di opzioni troviamo quelle a 60 secondi. Questo particolare tipo di investimento è facile, veloce e redditizio (sempre se azzecchi la previsione). Come dice il nome le opzioni binarie  60 secondi scadono esattamente 60 secondi dopo l’apertura della posizione, in questo modo puoi sfruttare i rimbalzi del titolo, e guadagnare una percentuale che va dall’80% al 95% dell’investimento fatto.

Facciamo un semplice esempio. Vogliamo investire nel mercato Forex, il mercato delle valute. Il cambio EUR/USD (euro/dollaro) è dato a 1,15, quindi 1€ vale esattamente 1,15$. Apriamo subito una posizione di Acquisto ( call/acquisto/rialzo ) per 10€, nella previsione che il cambio aumenti. Aperta la posizione dobbiamo solo aspettare 60 secondi per sapere se abbiamo fatto la scelta giusta o no. Qualora la nostra previsione fosse esatta guadagneremmo l’85% dell’investimento, esattamente 8,5€.

Nella foto qui affianco abbiamo riportato le percentuali sui guadagni dell’investimento che come vedi sono abbastanza alte: 92%, 85%, 84%.

 

Opzioni binarie lungo termine

Le opzioni a lungo termine sono adatte a chi vuole investire per un periodo di tempo più lungo, 1-2 settimane, 1 mese, dipende. Con questa tipologia di opzioni il rischio si abbassa decisamente, prevedere l’andamento degli indici sul medio-lungo termine risulta molto più semplice che fare una previsione a 60 secondi. Anche se ti ricordiamo che per ogni tipo di investimento cambia anche l’approccio e l’analisi che è necessario fare per aspettarsi un profitto.

I payout delle opzioni binarie a lungo termine sono leggermente più bassi data la maggiore facilità sulle previsioni possibili. I profitti medi sull’investimento si aggirano trai il 70 e l’ 80 %.

 

Opzioni binarie One-Touch

Siamo arrivati alla terza tipologia di opzioni binarie, le opzioni One-Touch. Il nome le descrive da solo. Operare e guadagnare con le opzioni One-Touch è veramente semplice. Il sistema è semplice e intuitivo. Il broker fissa una livello di prezzo dell’asset, che sia esso al rialzo o al ribasso. Dopodiché noi dovremo solo capire se in un arco di tempo definito ( 1 settimana, 1 mese, ecc. ) il prezzo dell’asset in questione toccherà almeno una volta il prezzo stabilito dal broker. Sembra facile no?

Il broker stabilisce tale livello di prezzo in base a calcoli e probabilità statistici, in modo che le probabilità che l’evento si verifichi siano basse, Per questo i profitti che derivano da un’opzione One-Touch possono essere veramente elevati, fino al 500% del capitale.

Le opzioni One-Touch restano comunque una piccola parte del mondo delle opzioni binarie, e sono caratterizzate da un alto livello di rischio ( oltre che di profitto ). Per questo il consiglio è di non investire la maggior parte del capitale in One-Touch, bensì dedicarci solo una piccola parte del capitale. Così da minimizzare i rischi ma avere comunque l’opportunità di registrare profitti oltre il 500%.

 

Opzioni binarie Ladder

Con le Ladder cambiamo totalmente stile di gioco. I profitti che è possibile generare con le Ladder sono veramente alti, parliamo di poter arrivare a guadagnare anche un 600% del capitale investito. Ovviamente non è semplice azzeccare la previsione. Le opzioni binarie Ladder sono delle particolati opzioni che ti permettono guadagnare provando a prevedere la fascia di prezzo in cui si troverà il prezzo del titolo in un determinato periodo.

In questo caso non sarà quindi sufficiente capire se il titolo andrà su o giù, ma dovrai prevedere anche di quanto. Il rischio con le Ladder è veramente elevato, a profitti maggiori corrispondono maggiori rischi, è una legge del mercato. Il broker stabilisce delle fasce di prezzo. 

Per fasce di prezzo più lontane dal prezzo originale, quindi meno probabili, corrispondono profitti maggiori. Questo permette al trader di valutare il proprio livello di rischio e agire di conseguenza.

 

Opzioni binarie Builder

Le opzioni Builder rappresentano le opzioni binarie meno vincolanti. Attraverso le Builder infatti il trader ha la possibilità di scegliere l’asset, la scadenza dell’opzione e il prezzo, così da creare un’operazione d’investimento adatta alle sue esigenze di rischio-rendimento. Arrivate praticamente per ultime le Builder rappresentano comunque una delle tipologia di opzioni binarie più apprezzate dai traders esperti.

I vantaggi con le Builder sono molteplici:

  • Scadenza: la possibilità di poter definire noi stessi la scadenza dell’opzione ci permette di sfruttare al massimo le variazioni di prezzo dell’asset, anche se temporanee, magari in seguito a una notizia appena uscita.
  • Rischio/rendimento: con le opzioni binarie Builder è possibile ciò che nessun broker ti permetterà mai. Definire il tuo rapporto di rischio rendimento di permette di massimizzare i guadagni e minimizzare le perdite. Considerando un’opzione che da l’ 80% di profitto in caso l’opzione scada ‘in the money’, possiamo diminuire il profitto al 60% e, nel caso di perdita (l’opzione scade ‘out the money’ ) riceveremo un rimborso del 20% del capitale investito.

 

Perché investire in Opzioni Binarie?

Negli ultimi anni molti si sono chiesti il perché del successo delle opzioni binarie, diffuse in poco tempo come una macchia d’olio. Per risponderà a questo domanda cercheremo di elencare quali sono i punti  a favore, vantaggi e svantaggi, delle opzioni binarie.

Facilità di comprensione: anche un bambino riuscirebbe a piazzare un’ordine con le opzioni binarie, le piattaforme di trading sonos tudiate appositamente per risultare totalmente user-friendly, inoltre come hai visto la maggior parte delle volte l’operazione è pre-impostata, sta a te capire dove andrà sistemarsi il prezzo.

Depositi minimi: specialmente per il primo depositi i broker di trading in opzioni non richiedono depositi elevati, gran parte delle volte sono sufficienti 10-20 euro per iniziare.

Bonus di benvenuto: alcuni broker ti regalano un bonus di benvenuto all’iscrizione, dopo ovviamente aver verificato il tuo profilo. Il bonus può variare, e non poco. SI va dai 10 ai 25-30 euro. Ovviamente sono bonus non prelevabili.

Bonus sui depositi: all’inizio, ma anche dopo, ti verranno offerti dei bonus sui depositi. Depositando 50$ potresti ricevere un bonus dell 100% avrai così a disposizione 100$ da investire sul tuo conto trading. Non male no?

Rischio limitato: a differenza dei broker tradizionali nel mercato delle opzioni binarie il rischio è limitato al capitale investito, investendo 10 non potrai mai perdere più di 10.

Zero commissioni: le operazioni in opzioni binarie solitamente non richiedono commissioni, ne per l’apertura della posizione ne per la chiusura.

Svantaggi delle opzioni binarie: non possiamo parlare propriamente di svantaggi, bensì di incapacità a utilizzare questo strumento. Nei casi in cui si vince si guadagna l’80% del capitale investito, nel caso in cui invece si sbaglia il 100% del capitale andrà perso. Ciò vuol dire che è necessario realizzare un numero maggiore di vincite rispetto alle perdite (si vabbe ma ovvio no?). Il segreto sta nello sviluppare una propria tecnica, che ci permetta anche di perdere, ma di farlo in modo sistematico, con una strategia che nel lungo periodo ci porti a guadagnare.

 

Come e dove investire in Opzioni Binarie

Di seguito una lista dei migliori broker online di opzioni binari, le caratteristiche variano da broker a broker, per questo scegli con cura quello più adatto alle tue esigenze.

*Questo articolo non rappresenta nessun incoraggiamento a investire, gestisci responsabilmente il tuo capitale.

Migliori broker Opzioni Binarie

Broker certificati Consob e/o CysecCaratteristiche principaliDeposito minimoTrade minimoProfitto massimoInizia ora!
Conto demo gratuito;
Bonus 100%;
Segnali di trading Gratuiti
240€24€91% Fai trading ora!
Conto demo gratuito;
Deposito minimo;
Materiale formativo gratuito
10 €1€91% Fai trading ora!
Bonus Benvenuto!
Broker con licenza EU
100€1€90% Fai trading ora!
Bonus fino a 2500€
100€5€87% Fai trading ora!
Bonus benvenuto;
Cysec e Consob
100€1€89% Fai trading ora!

 

 

 

Taggato con: ,

Migliori Faucet per guadagnare criptovalute gratuitamente

Cosa sono i faucet?

Faucet, tradotto letteralmente “rubinetto”, è esattamente questo, un rubinetto di criptovalute. Che si stia parlando di bitcoin faucet, o qualsiasi altro faucet, questi non sono altro che erogatori di piccole frazioni, nell’ordine dei centesimi, di criptovalute. Nella maggior parte dei casi potrai inoltre utilizzare le tue stesse monete guadagnate per partecipare a estrazioni, lotterie, giochi e via dicendo.

I faucet ti permettono quindi di guadagnare risolvendo reCaptcha o SolveMedia, ovvero quelle conferme che vengono solitamente richieste per verifcare che tu non sia un “robot”.

Guadagnare con i faucet

I faucet sono il miglior modo per iniziare ad avvicinarsi al mondo delle criptovalute e per capirne il funzionamento, specialmente riguardo a depositi e prelievi. Con i faucet non dovrai investire nemmeno un euro, è tutto gratuito. Ovviamente le somme che si guadagnano sono esigue, ma con l’aiuto della speculazione potresti ottenere risultati veramente inaspettati. Ovviamente non sei costretto a mantenere le monete che i faucet ti danno, puoi sempre scambiarle con altre cripto di tuo gradimento.

Non sai cosa sono le criptovalute? Dai un’occhiata qui.




Ma passiamo ai fatti. Ora presenteremo CoinPot e Faucethub, due servizi molto simile che offrono un wallet/portafoglio online gratuito dove verranno direttamente depositati e i tuoi guadagni.

Portafoglio e faucet CoinPot

CoinPot è un portafoglio/wallet online che ti permette di accumulare i guadagni da più faucet. Su CoinPot potrai ricevere le criptomonete da 7 faucet differenti, e guadagnare Bitcoin, Litecoin, Dashcoin, Dogecoin e Bitcoin Cash. Oltre ai faucet potrai minare direttamente online dal browser, sfruttando la potenza della CPU del tuo stesso dispositivo.

All’interno del wallet puoi poi scambiare le criptomonete in base alla tua strategia d’investimento.

Prima di iniziare a guadagnare dai faucet dovrai creare un portafoglio CoinPot, niente di più semplice. Inserisci e-mail, scegli una password ed il gioco è fatto. Puoi registrarti e creare il tuo wallet da qui: CoinPot registrazione.

Faucet disponibili con CoinPot:

Per la serie Mooncoin: (Moondoge, Moonbit, ecc.) non dovrai fare altro che aspettare, e quando vuoi reclamare le tue ricompense ti sarà sufficiente visitare la pagina, fare click su claim ( chiudere qualche pubblicità ) e il ricavato verrà depositato nel tuo portafoglio CoinPot.

Bitfun.co : Bitfun permette sia di accumulare passivamente satoshi di Bitcoin sia di guadagnarne giocando online.

BonusBitcoin : si può prelevare una volta ogni 15 minuti, i guadagni vanno dai 30-60 satoshi. Questo dipende molto dal prezzo del Bitcoin.

Faucethub

Faucethub è un altro wallet molto simile a CoinPot, ma con molti più faucet disponibili. Faucethub permette una scelta veramente ampia di faucet, così ampia da poter spaventare a primo impatto lasciando l’utente spaesato in mezzo a una moltitudine di offerte e pubblicità. Questi sono alcuni dei punti di forza:

  • wallet per più di 10 criptovalute differenti;
  • mining dal pc;
  • servizi di cloud mining;
  • un forum nel caso in cui ti servisse aiuto;
  • un exchange per scambiare le proprie monete.

Come per CoinPot prima di iniziare a guadagnare le cripto dovrai creare il tuo account su Faucethub. Puoi iniziare a crearlo cliccando qui.

Questi sono i faucet migliori da utilizzare con Faucethub.

Su Faucethub avrai l’imbarazzo della scelta, per questo ti consigliamo di iniziare a iscriverti e dare un’occhiata, così da scegliere i faucet che meglio si adattano ai tuoi tempi e alle tue esigenze.

Questo qui sotto è un faucet, il modo più semplice per guadagnare bitcoin, e altre criptovalute, gratuitamente.

Per iniziare a guadagnare con i faucet dovrai iscriverti su Faucethub. Fatto ciò copia l’indirizzo Bitcoin che trovi nella sezione ‘Deposit’ di Faucethub, vai in un qualsiasi faucet, incolla l’indirizzo e clicca su ‘Get reward’ o ‘Claim’ . Nel giro di qualche secondo riceverai i tuoi satoshi di Bitcoin. Inizia subito: Iscriviti su Faucethub (Il link per la registrazione si apre in una nuova finestra).

Faucet disponibile su: BitcoinClick

Minare con il proprio dispositivo ( pc, smartphone, tablet, ecc.)

Per chi volesse provare l’esperienza di sentirsi un miner CoinPot e Faucethub offrono una soluzione semplice e a costo zero. Entrambi i servizi ti permetteranno di minare Bitcoin, Dogecoin e altre criptomonete sfruttando la potenza della tua stessa CPU, non sarà possibile minare grandi quantità ma sempre meglio di niente, e soprattutto non richiede nessuno sforzo. L’applicazione lavora totalmente in background, sarà sufficiente mantenere aperta la finestra.

Per iniziare sarà sufficiente creare l’account su CoinPot, scegliere la moneta e selezionare l’opzione ‘mining’. Si aprirà una nuova minestra, da li si impostano threads e speed, “Start mining” e il gioco è fatto

Idee per aumentare i guadagni

Sviluppa una strategia. Prima di decidere su quali faucet buttarti dai un’occhiata a tutto, come già detto Faucethub offre tante possibilità, alcune anche a pagamento. In questo modo potresti anche decidere di investirci qualche euro, solitamente sono promozioni di basso prezzo che si aggirano tra i 5-10 €. Pensa a quali monete vorresti accumulare, e seleziona i migliori faucet che distrivuisono quella moneta.

Comprare potenza per minare criptovalute. Esistono tanti servizi che permettono di farlo, tra questi uno molto consigliato e da anni sul mercato è Eobot. Eobot offre un portafoglio con circa 15 criptomonete differenti e la possibilità di acquistare dei pacchetti per il mining con quelle stesse cripto. In questo modo potrai reinvestire i tuoi faucet nel mining, e ottenere una rendita a lungo termine.

Fare referenti. Trovare altre persone e presentare il programma, si guadagna tra il 20% e il 50% del guadagno dei tuoi ref. Con soli 2 referenti, puoi raddoppiare il tuo guadagno, con 4 triplicarlo e così via.

Comprare ICO/altre cripto. Potresti sempre investire e comprare altre cripto però fai attenzione alle commissioni/tasse che ogni exchange richiede, in alcuni casi possono essere veramente alte.

Lista migliori Faucet

FaucetRicompensaTimerPayoutGuadagna
FreeBitcoinVariabile + bonus60 minutiDiretto Inizia Ora!
MoonBitcoinVariabile + bonus5 minutiCoinpot Inizia Ora!
Free BitcoinWinVariabile + bonus10 minutiFaucetHub Inizia Ora!
Bitcoinkerfino a 1000 satoshi!5 minutiDiretto Inizia Ora!
Aleks Coinfino a 80 satoshi!10 minutiFaucetHub Inizia Ora!
Bonus Bitcoinfino a 5000 satoshi+bonus!15 minutiCoinpot Inizia Ora!
BitFunAumenta nel tempoimmediatoCoinpot Inizia Ora!
BitcoinFaucet FunVariabile15 minutiFaucetHub Inizia Ora!
Multicoin FaucetVriabile + Giochi30 minutiFaucetHub Inizia Ora!

Come creare un faucet

Si lo so, ci siamo passati tutti, ed è per questo che ti racconterò la mia storia, che ha come sfondo proprio EuroClick. Avvicinatomi da poco alle criptovalute decido di mettermi sotto con i faucet. E si inizia Coinpot, Faucethub, freebitcoin e così via. Dopo un mi stancai e decisi di creare io il mio faucet di bitcoin.

Interrompiamo la storia per passare a quello che davvero ti interessa, dopo riprenderemo la favola dei miei faucet.

Prima di tutto per iniziare a creare un faucet avrai bisogno di un dominio e spazio hosting, quando compri il dominio assicurati di essere certo sul nome del faucet perché poi non potrai più cambiarlo. Ora hai bisogno di uno script, possibilmente uno buono, e dopo ti spiegherò anche il perché.

Quale’è lo script migliore per faucet?

Salmen’s script – Free script direttamente da bitcointalk, visitando il forum potrai leggere tutte le informazioni tecniche sullo script, nonché i commenti degli utenti che l’hanno utilizzato, così da farti un’idea migliore del prodotto.

Coinbox – Un’altro ottimo script, per fare il download dello script è necessario registrarsi al forum.

Plugin WordPress – Anche con WordPress è possibile creare il proprio faucet. E’ sufficiente scaricare il plugin e installarlo. E’ necessario avere un account su Faucethub perché è da li gestirai pagamenti. Questo per esempio è un faucet, vivo e vegeto. Se registri un account sempre su Faucethub puoi inserire qui il tuo wallet di Dogecoin e fare Claim, il ricavato sarà depositato direttamente sul wallet.

Dogecoin Faucet

Esistono comunque tanti script per creare un faucet per questo ti rimandiamo a una guida più completa. CryptoCreed.

Comunque la storia dei miei faucets finì che dovetti chiudere tutto, i bot non facevano che svuotare le casse a tutte le ore. Ed è questo quello a cui devi stare attento, se riescono a ‘imbrogliare’ il tuo sistema di sicurezza potranno fare claim in continuazione, senza dover aspettare il tempo che solitamente è necessario aspettare per ricevere le monete.

Lista migliori Faucet

FaucetRicompensaTimerPayoutGuadagna
FreeBitcoinVariabile + bonus60 minutiDiretto Inizia Ora!
MoonBitcoinVariabile + bonus5 minutiCoinpot Inizia Ora!
Free BitcoinWinVariabile + bonus10 minutiFaucetHub Inizia Ora!
Bitcoinkerfino a 1000 satoshi!5 minutiDiretto Inizia Ora!
Aleks Coinfino a 80 satoshi!10 minutiFaucetHub Inizia Ora!
Bonus Bitcoinfino a 5000 satoshi+bonus!15 minutiCoinpot Inizia Ora!
BitFunAumenta nel tempoimmediatoCoinpot Inizia Ora!
BitcoinFaucet FunVariabile15 minutiFaucetHub Inizia Ora!
Multicoin FaucetVriabile + Giochi30 minutiFaucetHub Inizia Ora!

Creare un blog: guida per creare un blog di successo

Come creare un blog di successo

Se sei arrivato fin qui probabilmente stai già prendendo in considerazione l’idea di creare un blog. Bene, sappi che dovrai lavorare molto, e inizierai a vedere i primi risultati solamente dopo qualche mese. La strada verso il successo è ricca di ostacoli e imprevisti, ma con l’impegno e le giuste indicazioni chiunque può creare un blog capace di monetizzare.

Creare un blog non è sicuramente facile, ci sono tanti ostacoli nella strada verso il successo, ma se seguirai i nostri consigli vedrai che in poco tempo sarai in grado di creare un vero e proprio blog/sito capace di monetizzare.

In questa guida parleremo di come iniziare a creare un blog partendo dalle basi, dall’idea fino alla creazione fisica del sito. Parleremo di come scegliere e analizzare una nicchia di mercato, come acquistare un dominio e di come iniziare a produrre i contenuti per il blog.

 

Creare un blog: l’idea giusta

Per creare un blog devi prima di tutto decidere di cosa parlerai ai tuoi utenti. Devi trovare un argomento che possa veramente farti guadagnare, un argomento interessante e di cui tu sia almeno un minimo informato. Perché il tuo blog diventi ‘famoso’ è necessario che venga letto da molti utenti, e se ciò di cui scrivi non interessa a nessuno ( o comunque interessa a una parte troppo piccola delle utenze del web) non potrai mai raggiungere guadagni degni del lavoro che un blog richiede.

Devi trovare l’idea giusta. Ma come fare?

Prima di iniziare a scrivere articoli su articoli ti consigliamo di fare un’analisi molto approfondita sul mercato in cui vorresti inserirti, del suo pubblico potenziale e della concorrenza che dovrai affrontare. L’errore di molti è quello di iniziare a lavorare su mercati con poche possibilità, magari perché c’è troppa concorrenza o magari perché mancano proprio gli utenti interessati a quell’argomento.

Scegliere la nicchia di mercato ( Le nicchie di mercato più redditizie )

Uno degli aspetti più importanti per avere successo nel web è scegliere la nicchia di mercato giusta. Prima di scegliere la nicchia di mercato per il tuo blog è bene fare delle considerazioni sulle effettive possibilità di guadagno aprendo un blog relativo a quell’argomento.

Non tutte le nicchie di mercato sono uguali. Per questo se il tuo obiettivo principale è monetizzare il blog e guadagnare dovrai scegliere una nicchia di mercato redditizia, non una qualsiasi. E a questo punto la domanda nasce spontanea: quali sono le nicchie di mercato più redditizie?

La risposta è abbastanza semplice: dove girano i soldi.

Ma facciamo un passo indietro per capire meglio come può un banner pubblicitario in un blog di finanza valere molto di più rispetto a un banner in un blog di gossip. Questa è la piramide di Maslow, uno schema che rappresenta i ‘bisogni’ dell’uomo, partendo da quelli essenziali (base della piramide) fino alla cima (non essenziali ma ricercati).

Dalla piramide di Maslow possiamo vedere che per l’uomo non tutte le attività hanno la stessa importanza, i bisogni fisiologici verranno ovviamente prima del bisogno di auto-realizzazione.

Osservando quali sono le esigenze dell’uomo possiamo individuare le nicchie di mercato che generano guadagni.

Come dicevamo prima un blog di gossip non riesce a monetizzare come un blog finanziario, questo perché per l’uomo la sicurezza finanziaria, fare soldi e auto-realizzarsi è molto più importante del gossip.

Il compito di un blogger è quello di individuare un bisogno e soddisfarlo, attraverso le proprie competenze e conoscenze.

 

Per creare un blog è quindi importantissimo sapere da dove si vuole partire, con un’idea ben chiara e degli obiettivi ben definiti oltre a quelli personali, cioè soddisfare l’utenza.

Tra le nicchie di mercato più redditizie per un blog/sito internet troviamo:

  • Finanza/Lavoro/Scommesse: tecniche di trading, opzioni binarie, criptovalute, scommesse sportive, gioco d’azzardo, ecc.
  • Salute/Benessere: prodotti di dimagrimento, sport, alimentazione, prodotti di bellezza, ecc.
  • Divertimento/Hobby: videogames, notizie sportive, applicazioni, ecc.
  • Amicizia/Amore: fare nuove conoscenze, siti di incontri, ecc.

Ora prova a chiederti: quale bisogno voglio soddisfare? Pensa a 4-5 nicchie di mercato che ti interessano e andiamo avanti con l’analisi.



Analizzare una nicchia di mercato

Ok, ora sai quali sono le nicchie di mercato più redditizie nel web, ma questo non è sufficiente perché il tuo blog abbia successo. Prima di creare un blog relativo a una specifica nicchia di mercato è bene analizzarla da un punto di vista più tecnico, verificando se esiste un reale interesse, e se tale interesse è già soddisfatto da altri blog/siti.

Pubblico potenziale

Per analizzare una nicchia di mercato devi avere ben chiaro il pubblico al quale si dovrà rivolgere il tuo blog. Un blog che parla di storia medievale avrà un certo pubblico potenziale, un blog sul calcio ne avrà un altro. Questo perché stiamo parlando di due argomenti completamente diversi, che interessano a un numero diverso di persone.

Il blog sul calcio ( se non esistesse la concorrenza ) potrebbe avere un pubblico veramente vasto, in Italia specialmente dove è lo sport più seguito. Mentre un blog sulla storia medievale avrà un pubblico potenziale molto ristretto, non è certo un argomento comune di cui tutti si interessano.

Un e-commerce di abbigliamento avrà altre possibilità rispetto a un e-commerce di lettiere per gatti. Giusto per fare un esempio.

Definire l’esatta dimensione di un mercato è praticamente impossibile, ma diciamo che cercando e spulciando su internet ci si può fare un’idea del numero di utenti interessati a una certa nicchia.

 

Google Trends

Per iniziare l’analisi ti consigliamo di utilizzare uno strumento gratuito offerto da Google: Google Trends.

Google Trends ti permette di fare delle ricerche sulle parole chiave che hai intenzione di utilizzare nel blog, mostrando ‘l’interesse‘ da parte del web verso certi argomenti. Oltre ad analizzare le parole chiave potrai anche confrontarle tra loro, così da farti un’idea su quali siano gli argomenti di cui parlare e quelli da evitare.

Vuoi saperne di più sulle parole chiave? ‘Cosa sono le parole chiave

Se la tua idea è aprire un e-commerce puoi sfruttare questo servizio per analizzare l’interesse generale verso un qualsiasi tipo di prodotto.

E’ inoltre possibile analizzare i vari termini di ricerca filtrandoli in base al luogo geografico e all’intervallo di tempo desiderato. In questo modo puoi capire se un settore/nicchia è cresciuto o meno nel tempo, se è ancora in fase di crescita o di decrescita. Google Trends è uno strumento che ti sarà molto utile anche per capire quali sono le tendenza del momento per sfruttare l’occasione e avere più visite al tuo blog.

 

Analizzare la concorrenza ( Tools gratuiti )

Un altro aspetto importante che molti blogger non prendono in considerazione agli inizi dell’attività è la concorrenza del settore scelto. Molto spesso capita che blog con buoni contenuti, ottimizzati dal punto di vista SEO e magari anche migliori rispetto alla concorrenza non riescano a emergere. Perché?

Perché il mercato è saturo. Ovviamente anche un mercato saturo e ricco di concorrenza non deve farci paura. Esistono tanti metodi per guadagnarsi sempre nuove fette di mercato, ma agli inizi non sarà sicuramente facile. Se il mercato in cui hai deciso di inserirti è saturo avrai bisogno di un’idea innovativa, che convinca gli utenti a scegliere te piuttosto che un altro.

Analizzare i siti concorrenti è abbastanza semplice. Nel web sono presenti vari siti che inserendo l’URL del sito da analizzare ti permettono di vedere il numero di visite ricevute, la durata delle sessioni, le parole chiave più utilizzate e altro.

Tra i migliori servizi gratuiti per analizzare la concorrenza troviamo:

SimilarWeb. Servizio veramente semplice da utilizzare, inserisci l’URL che vuoi analizzare premi cerca e avrai a disposizione un sacco di informazioni su quel sito. Visitatori unici mensili, pagine visualizzate da ogni visitatore, rank mondiale e nazionale, provenienza dei visitatori e tanto altro. Ovviamente è possibile anche attivare una versione Premium a pagamento, per tenere la situazione sotto controllo a 360°.

 

Backlink test. Se ancora non lo sai uno dei fattori più importanti per il posizionamento nei motori di ricerca sono i backlink, cioè i link da altri siti. Con Backlink test puoi analizzare vedere i siti con link che rimandano al sito che vuoi analizzare.

LikeAlyzer. Con il servizio di LikeAlyzer invece potrai analizzare le pagine facebook dei tuoi concorrenti. Oltre a questo ti permette anche di analizzare la pagina del tuo sito evidenziandone i punti deboli e quelli di forza. In questo modo puoi capire dove sbagli e agire di conseguenza cambiando la tua strategia.

Scegliere il Dominio ( Gratuito o a Pagamento? )

Per creare un blog dovrai ovviamente ottenere la proprietà di un dominio. A questo punto avrai due scelte: acquistare un dominio con relativo spazio hosting, oppure affidarti a uno dei tanti servizi di hosting gratuiti.

Dominio gratuito

I servizi di hosting gratuiti, oltre allo spazio di archiviazione ( spazio hosting ), offrono anche un dominio di secondo o terzo livello ( del tipo www.nomesito.serviziohosting.estensione ). Se sei alle prime armi potresti iniziare a creare il tuo blog con un dominio gratuito, anche per capire se aprire un sito internet è quello che fa per te.

Ovviamente utilizzare un servizio gratuito ha degli svantaggi abbastanza rilevanti, se così non fosse nessuno acquisterebbe un dominio. I principali svantaggi di aprire un blog sono:

  • spazio limitato, lo spazio di archiviazione del tuo blog sarà limitato, perciò non potrai caricare più di un certa quantità di dati.
  • dominio di terzo livello, i domini di terzo livello risultano molto meno professionali;
  • limitazioni circuiti pubblicitari, la maggior parte dei servizi di hosting gratuiti non permettono l’inserimento di banner pubblicitari come AdSense.

Per la scelta del servizio hosting da utilizzare ti consigliamo questi siti, sono un po’ differenti tra loro ma la sostanza non cambia.

AltervistaCon Altervista puoi iniziare a creare un blog in pochi passi. Inserisci e-mail, password e completa l’iscrizione inserendo il nome del tuo blog, che sarà del tipo: www.nomeblog.altervitsa.org. Grazie alla piattaforma CMS di WordPress vedrai che sarà facilissimo. Abilità la funzione pilota automatico’ per la pubblicità e non dovrai occuparti di niente, pubblica i tuoi contenuti e guadagna passivamente.

WebfreehostingSicuramente uno dei migliori. 1 GB di spazio e la possibilità di ottenere fino a 3 domini. Si può inoltre scegliere il proprio sottodominio ( nomeblog.sportsontheweb.net, nomeblog.mywebcommunity.org, nomeblog.mypressonline.com, ecc. ), a differenza di altervista dove dovrai utilizzare per forza altervista.org.

Hostinggratis. Uno dei migliori dal punto di vista tecnico ma anche per la semplicità di utilizzo. Offre 1 GB di spazio e un dominio di secondo livello. L’unica pecca è la limitazione alle campagne pubblicitarie. Non è possibile inserire nessun tipo di banner, compreso AdSense.



Dominio a pagamento

Non sempre gratuito è sinonimo di migliore. Per questo se hai l’idea di creare veramente un’attività online, che sia un blog di moda, un e-commerce, un sito di news o altro, ti consigliamo di acquistare direttamente un dominio personalizzato. Utilizzare un dominio di primo livello offre tanti vantaggi rispetto a un servizio hosting gratuito con dominio di secondo o terzo livello, vantaggi non di poco conto come l’assistenza e il posizionamento.

  • Professionalità; un dominio di primo livello farà sembrare il tuo sito/blog molto più professionale, e questo convincerà i visitatori a interagire con te, commentando, condividendo o acquistando i tuoi prodotti.
  • Posizionamento nei motori di ricerca; i motori di ricerca come Google, Yahoo, Bing, ecc. avvantaggiano i domini di primo livello, mostrandoli tra le prime pagine dei risultati.
  • Più semplice da ricordare; essendo più breve sarà anche più semplice ricordarlo. Questo permette a chi ha già visitato il tuo blog di ritornarci una seconda volta.
  • Assistenza; potresti pensare di cavartela completamente da solo, ma probabilmente arriverà il momento in cui avrai bisogno di una mano, e fidati, arriva per tutti. Quasi tutti i provider offrono assistenza gratuita ai loro clienti, cosa che i servizi di hosting gratuiti non danno.

Puoi acquistare dominio e spazio hosting separatamente, anche se questo risulta molto sconveniente dal punto di vista economico.

Quello che ti consigliamo è di utilizzare uno dei seguenti servizi di hosting, che insieme all’acquisto dello spazio di archiviazione ( spazio hosting ) offrono anche un dominio gratuito per il primo anno.

Migliori servizi hosting per creare un blog

Secondo la nostra esperienza vorremo parlarti prima di tutto di Siteground.

Siteground è uno dei migliori servizi hosting nel mercato, sia dal punto di vista economico che funzionale. La semplicità di WordPress ( CMS utilizzabile con Siteground ) ti permetterà di creare un blog completamente personalizzato, partendo dal layout, modificando il menù, inserendo i banner e tanto altro. WordPress è considerato uno dei migliori, se non il migliore, CMS ( Content Management System ) del mercato. Semplice, intuitivo e alla portata di tutti.

Siteground offre un piani hosting per tutte le esigenze, sia per i meno esperti che non vogliono investire troppo, sia per i webmaster già navigati. Riceverai inoltre assistenza gratuita 24/24 h, 7 giorni su 7. Noi stessi utilizziamo Siteground, e ti assicuriamo che il servizio è veramente ottimo, sotto tutti i punti di vista.

Questi sono i piani di hosting disponibili:

creare un blog , hosting , Sitegorund

 

Come vedi è possibile iniziare a creare un blog partendo da spese veramente minime: 3,95 euro al mese, per un totale di 47 euro circa, che sommati alle tasse e ai servizi di protezione non superano i 60 euro. Un investimento minimo per creare una vera attività online.

Creare un blog con Siteground.

Oltre Siteground esistono tanti altri provider che offrono dominio e spazio hosting a prezzi veramente bassi. Questa è una piccola lista dei migliori al momento:

  • GoDaddy; è uno dei servizi di hosting e vendita domini più conosciuti al mondo, offre tre pacchetti ( Economy, Deluxe, Ultimate ). Con Godaddy puoi creare un blog con un investimento minimo di 4,85 euro al mese per ottenere dominio di primo livello e spazio hosting.
  • Bluehost; si parte con piani dai 3,95 euro al mese, con dominio gratuito per il primo anno. Ideale per un sito di medie dimensioni. Come unico svantaggio il servizio è in inglese, non disponibile in italiano.
  • WP Engine; un altro ottimo servizio di hosting, disponibile solo con WordPress e con la possibilità di effettuare modifiche e test senza essere visibili online.



 

 

Taggato con: , ,

Guadagnare dallo smartphone: 13 app per guadagnare

Come guadagnare dallo smartphone

In un mondo dove gli smartphone sono sempre più diffusi, e sono sempre più parte della nostra vita,  la domanda nasce spontanea: è possibile guadagnare dallo smartphone?

La risposta è ovviamente si, altrimenti che stavamo qua a perdere tempo? Diciamo che però non è tutto oro ciò che luccica. Se è vero che è possibile guadagnare con il telefono è altrettanto vero che non diventerai ricco con un’app.

Sono disponibile tante app gratuite che ti permettono di guadagnare dallo smartphone, alcune guardando pubblicità, altre semplicemente tenendo acceso il telefono. Ti consigliamo di valutare attentamente se utilizzare lo smartphone per guadagnare sia quello che vuoi. In alcuni casi il tempo perso non equivale certamente ai profitti, ma d’altronde questo è normale visto che verresti pagato per fare praticamente niente.

Se sei interessato a guadagnare cifre più considerevoli, parliamo di creare una vera rendita, potresti iniziare ad’informarti sul trading e le criptovalute, oppure iniziare a creare la tua attività online.

Se invece cerchi un metodo per guadagnare qualche spicciolo a tempo perso sei sulla strada giusta, queste sono le app migliori al momento per guadagnare dallo smartphone.

Faucets CryptoCoins (Android)

Come prima proposta abbiamo l’app più famosa per raccogliere le criptovalute: Faucet CryptoCoins. Per chi non lo sapesse le criptovalute/criptomonete o come preferite chiamarle, sono delle valute virtuali, che hanno un corrispondente valore in monete tradizionali come euro, dollaro, ecc.

La criptomoneta più famosa di tutte è sicuramente il Bitcoin, il cui valore al momento si aggira intorno alle 10.000 $. Ma non siamo qui per fare una lezione sulle criptovalute, perciò andiamo avanti, se ti va di approfondire l’argomento sulle cripto puoi leggere questo nostro articolo: cosa sono e come guadagnare con le criptovalute.

Faucets CryptoCoins ti permette di gestire dal tuo smartphone la raccolta di criptomonete in modo totalmente gratuito. Sarà sufficiente aprire un account su Coinpot, che sarà il tuo portafoglio virtuale, e uno su Faucethub, un altro portafoglio virtuale. A che servono questi portafogli/wallet? Servono a mantenere le cripto che guadagnerai con i faucets.

I faucets sono degli erogatori gratuiti di criptomonete che ti permettono di ricevere Bitcoin, Ethereum, Dogecoin, Dashcoin e tante altre svolgendo piccole azioni, come risolvere captcha, guardare video, aprire pubblicità e cose simili.

Puoi iniziare creando i tuoi account Coinpot e Faucethub, successivamente scarichi l’app ed effettui il login. Rcorda che puoi sempre reclamare le tue ricompense anche dal pc, anzi per iniziare ti consigliamo di utilizzare un dispositivo diverso dallo smartphone ( pc o tablet ) per capire meglio il funzionamento dei faucets.

Registrati su Coinpot

Registrati su Faucethub

Scarica l’app Faucets CryptoCoins

Questi sono tra i migliori faucets al momento, se conosci già questi puoi dare un’occhiata qui: Best Faucets.


Migliori Faucets 2018:

Quanto si guadagna con Faucets CryptoCoins?

Dire quanto si guadagna è sempre un problema, ancora di più in questo caso.

Nel mondo dei faucets non si guadagna tantissimo, ma c’è sempre la possibilità che il valore delle monete aumenti. Supponiamo di utilizzare Coinpot per un mese, decidiamo di investire il nostro ricavato nella criptomoneta X. Alla data del nostro investimento la moneta X valeva 0,05 $ e siamo riusciti ad acquistarne 200. In totale il nostro guadagno è di 0,05 x 100 = 10 $. Insomma, 10 euro/dollari però non sono poi così tanti.

Nell’arco di un anno abbiamo accumulato 200 x 12 (mesi) = 2400 monete = 120 $ al valore di 0,05 $.

Ok è poco.

Ma se nell’arco di questo anno il valore della moneta X aumentasse? Supponiamo che arrivi a valere 0,50 $ ? Magicamente quei 120 $ diventano 1200$. Se il prezzo aumentasse a 1 $ sarebbero 2400 $.

Ovviamente nessuno ti può dare la certezza di quanto una moneta aumenterà di valore, ma molto tempo fa lessì un post su Bitcoin.talk dove un utente chiedeva se fosse veramente conveniente utilizzare i faucets. Molti gli diedero ragione, ritenendo i faucets quasi uno spreco di tempo ed energie.

Sotto c’era la risposta di un altro utente, che parlava di come invece i faucets fossero utili,  sia perché permettono di guadagnare qualcosa senza un minimo sforzo, ma anche perché permettono ai meno esperti e a chi vuole avvicinarsi al mondo delle cripto di provare, testare il funzionamento di queste monete virtuali in modo totalmente gratuito.

Poter provare il sistema in modo gratuito, anche se con frazioni di criptovalute  può essere utile per capire il funzionamento del sistema, specialmente riguardo a depositi e prelievi in cripto.

Vabbe insomma, alla fine del commento l’utente diceva di aver guadagnato 0,5 Bitcoin in un mese ( la storiella è datata 2014 circa, quando il BTC valeva 400-500$ ), attualmente il valore di 0,5 Bitcoin è di circa 5.000 $.

Morale della favola? Accumula più cripto che puoi e aspetta. ( Puoi sempre scambiare le tue cripto con altre di tuo gradimento, al momento su Coinmarketcap sono listate 1500 criptomonete.

 

 

Foap ( iOS, Android)

Foap, scaricabile sia per iOS che per Android, è un’app che ti permetterà di guadagnare dallo smartphone vendendo le tue foto. L’iscrizione è semplice ed immediata, parliamo di pochi minuti. Una volta terminata la registrazione potrai iniziare subito a caricare i tuoi lavori.

Il menù è veramente intuitivo, carica le foto e attendi qualche minuto per valutazione degli altri utenti. Foap utilizza infatti la propria community per valutare le foto e permetterne la pubblicazione nei database. La foto deve raggiungere una valutazione di 2,5/5 stelle per essere pubblicata, ma non preoccuparti, è difficile che una foto venga rifiutata.

Qualche consiglio per massimizzare i profitti:

  • crea degli album fotografici coerenti ( es. Africa, football, Roma, ecc. ), in questo modo gli utenti intenzionati ad acquistare avranno una scelta maggiore se interessati all’argomento;
  • carica solo delle belle foto, nessuno compra delle foto brutte e non originali;
  • completa le informazioni nel tuo profilo, farà capire a chi compra che sei una persona seria ed affidabile

Quanto si guadagna con Foap?

Fare una stima dei guadagni è abbastanza difficile. Considera che per il primo periodo non riceverai molte richieste, ma con il tempo, facendoti un nome e migliorando la qualità dei contenuti, le entrate aumenteranno. Ogni foto viene venduta a 5$ ed è possibile rivendere la foto un numero illimitato di volte.

Facendoti conoscere attraverso Foap potresti poi iniziare una vera carriera nella fotografia. Se ti interessa guadagnare vendendo foto qui abbiamo raccolto qualche altro sito che offre questo tipo di servizio: guadagnare vendendo foto.

Iscriviti a Foap

Recensioni su Foap



 Google Opinion Rewards (Android)

Con Google Opinion Rewards potrai guadagnare soldi facili semplicemente rispondendo a dei piccoli sondaggi giornalieri. I sondaggi sono completamente anonimi e le domande sono abbastanza semplici: età, sesso, reddito familiare, ecc. Si viene pagati in crediti spendibili solamente sul play store per acquistare libri, giochi, app, musica, ecc.

I crediti guadagnati vengono accumulati su un apposito portafoglio virtuale, il Google Wallet, da li potrai poi usarli per fare i tuoi acquisti.

E’ inoltre possibile attivare i sondaggi anche in lingua inglese, cosi da ricevere una quantità maggiore di sondaggi e poter guadagnare di più.

Quanto si guadagna con Google Opinion Rewards?

Anche in questo caso ovviamente non diventerai ricco, ma è comunque una buona occasione per mettere qualche soldo da parte senza troppo impegno. I sondaggi vengono pagati dai 0,10 euro ai 0,75 euro.

Uno dei punti deboli dell’app è proprio la frequenza dei sondaggi, molti  utenti hanno infatti segnalato il numero davvero scarso di sondaggi ricevuti ( 1 settimana ). Al contrario altri dicono di riceverne anche 3 a settimana.

Google risponde alla mancanza di sondaggi precisando che viene premiata la sincerità nei sondaggi, chi risponde seriamente e in modo sincero riceve altri sondaggi, chi non si impegna viene invece penalizzato.

Iscriviti a Google Opinion Rewards

Recensioni su Google Opinion Rewards

Ti interessa guadagnare dallo smartphone rispondendo ai sondaggi online? Guarda ‘10 siti per guadagnare rispondendo ai sondaggi online‘.

SlideJoy (Android)

Con SlideJoy potrai guadagnare dallo smartphone guardando notizie e pubblicità sul tuo telefono. Con SlideJoy guadagni soldi reali o buoni sconto/coupon per i tuoi negozi preferiti, ricorda che è necessario possedere un’account paypal per ritirare le somme guadagnate. Se non possiedi un account paypal clicca qui per crearne uno gratuitamente.

Una volta scaricata e installata l’app gli annunci e le news verranno mostrati nella schermata di blocco dello smartphone. Il punto forte di SlideJoy è che non dovrai preoccuparti di leggere tutte le notizie, guardare video o cliccare sui banner pubblicitari. Guadagnerai comunque, devi solo utilizzare normalmente il telefono.

Oltre alle pubblicità e alle news nel lock screen SlideJoy offre altri metodi opzionali per guadagnare dallo smartphone: sondaggi, scaricare app, aprire contenuti, ecc. Ovviamente sta a te decidere se ne vale la pena o preferisci guadagnare solo dalle inserzioni nella schermata di blocco.

L’app è affidabilissima, molte riviste esperte del settore economico/finanziario ne hanno parlato abbastanza bene, riviste del calibro di ‘Wall Street Journal’, ‘Today Show’, ‘Business insider’ e tante altre.

Quanto si guadagna con SlideJoy?

I guadagni su SlideJoy vengono accumulati in Carati, per una media di 200 Carati al giorno. Ovviamente più utilizzi l’app più guadagni, alcune recensioni parlano anche di 1000 Carati al giorno.

Il minimo per prelevare corrisponde a 2000 Carati ( 5 euro ). Facendo due calcoli veloci ti accorgerai che è veramente semplice guadagnare in questo modo. 200 Carati = 1 euro, se guadagni 200 Carati ogni giorno a fine mese avrai un conto di 30 euro, che non è per niente male considerando che non dovrai fare nient’altro che utilizzare normalmente il tuo smartphone.

Iscriviti e visualizza recensioni su SlideJoy

 



AppTrailers (iOS,Android)

AppTrailers è risultata nel tempo una delle migliori app per guadagnare dallo smartphone, iscrizione e installazione gratuita, disponibile sia per iOS che per Android. Si tratta di un’applicazione che permette di guadagnare guardando i trailers dei nuovi film o altri contenuti pubblicati da terzi.

Puoi anche diventare tu stesso un produttore di contenuti, pubblicando video e facendo crescere la fan-base. In questo modo, raggiunti un certo numero di like e visualizzazioni, inizierai a guadagnare.

Tra le ultime novità di AppTrailers per guadagnare dallo smartphone è nata la collaborazione con Nielsen, è sarà possibile guadagnare rispondendo a sondaggi e domande di vario genere.

Quanto si guadagna con AppTrailers?

Il vostro saldo sarà calcolato con Punti Perk, ogni trailer visualizzato ti da diritto a ricevere 5 punti, 500 punti equivalgono a 0,50 $. Utilizzando l’app costantemente non è difficile guadagnare qualche soldo extra, specialmente se si decide di utilizzare anche il panel di sondaggi online Nielsen.

Iscriviti e visualizza recensioni su AppTrailers

 

 

BeMyEye (iOS, Android)

BeMyEye è un’app un po’ particolare, che ti permetterà di guadagnare dallo smartphone svolgendo delle ‘missioni’ nella zona della tua città. Le missioni proposte dall’app sono abbastanza semplici: visitare un supermercato, recensire un’attività, ecc.

Con circa 500.000 utenti BeMyEye è una delle app per guadagnare dallo smartphone più diffuse in Europa, tra gli ideatori ci sono anche alcuni italiani. Una volta registrato dovrai scegliere tra tante missioni quella che preferisci. Una volta scelta prenotala e portala a termine nel tempo stabilito. Finito il lavoro riceverai l’accredito su un portafoglio virtuale, potrai poi trasferire i tuoi guadagni su un conto Paypal ( apri un conto gratuito paypal ).

Ricorda che alla registrazione potrai inserire uno dei tanti codici promozionali offerti dagli altri utilizzatori dell’app per ricevere qualche euro bonus ( da 1 a 3 euro solitamente ). Puoi trovare questi bonus sulle recensioni del Playstore, essendo che anche chi offre il codice ci guadagna se tu lo inserisci.

Quanto si guadagna con BeMyEye?

Come già detto inserendo il codice promozionale inizierai già a guadagnare da 1 a 3 euro. Dopo di che prosegui con le missioni, ogni missione viene pagata qualche euro, alcune anche meno di un euro, essendo la retribuzione proporzionata al lavoro svolto.

Guardando le recensioni si capisce facilmente che BeMyEye è un’app seria e pagante, gli utenti parlano di 100-200 euro al mese nelle recensioni, una cifra di tutto rispetto considerando le missioni che non sono niente di complicato.

Iscriviti e visualizza recensioni su BeMyEye

AppJobber (iOS, Android)

Un’altra app per guadagnare dallo smartphone molto simile a BeMyEye. AppJobber è un’applicazione geolocalizzata e in questo modo riceverai dei lavoretti da compiere esclusivamente nella tua zona, in un raggio di qualche km che tu stesso puoi decidere. Se non ti va di spostarti troppo restringi il raggio, se invece vuoi trovare più opportunità per guadagnare lo puoi estendere.

I lavoretti offerti da AppJobber sono veramente semplici e possono essere completati in pochissimo tempo ( 30 minuti – 1 ora ). Una volta effettuata la registrazione avrai accesso alla schermata di prenotazione, che si presenta come una mappa (simile a google maps), dove ogni icona rappresenta un lavoro da svolgere (vai in una strada, scatta la foto all’insegna di un negozio, verifica il prezzo del carburante in un determinato distributore, ecc. )

Quanto si guadagna con AppJobber?

I lavoretti vengono pagati qualche euro, a volte 1 euro a volte qualcosina in più. La retribuzione è proporzionale al tempo e alla difficoltà del compito stesso.  I pagamenti vengono effettuati direttamente sul conto Paypal ( non ne hai uno? Crealo gratuitamente ora ) una volta raggiunta la soglia minima dei 20 euro.

Iscriviti e visualizza recensioni su AppJobber

 

 

GymPact (iOS, Android)

GymPact è un’applicazione molto interessante per guadagnare dallo smartphone, è infatti una specie di trainer virtuale per l’esercizio fisico, che paga se svolgi costantemente attività fisica.

Una volta completata la registrazione potrai inserisci il metodo che preferisci per allenarti: palestra oppure allenamento individuale (bici, camminata, ecc.). Fatto questo stila il tuo programma di allenamento ( es. 3 giorni a settimana) e inserisci la cifra che dovrai pagare se non rispetterai l’allenamento. Eh si, con GymPact non esistono scuse, se non sudi paghi.

Se svolgi la tua attività in palestra GymPact verificherà attraverso il tuo GPS che tu sia veramente in palestra ad allenarti, altrimenti scatta la penalizzazione. Se invece preferisci fare sport individuali come corsa, camminata, mountain bike dovrai utilizzare RunKepper, per mantenere sotto controllo la tua attività.

Oltre che un ottimo modo per guadagnare dallo smartphone GymPact rappresenta un’opportunità per rimettersi in forma. Sai che il 90% degli utenti di GymPact svolge correttamente il proprio programma di allenamento?

Quanto si guadagna con GymPact?

Secondo una media degli utenti si guadagnano circa 3-4 dollari per 3 giorni di esercizio alla settimana. Non è tantissimo ma deve essere visto più che altro come un incentivo a svolgere attività sportive, e non come un modo per guadagnare dallo smartphone. Considera che oltre a guadagnare denaro ci guadagnerai anche in salute!

Iscriviti e visualizza recensioni su GymPact

 

Streetbees (iOS, Android)

Streetbees ti permette di guadagnare completando delle piccole missioni (tasks) relative principalmente ai prodotti che tu stesso utilizzi. Guadagnare dallo smartphone con Streetbees è veramente semplice, in pochi click puoi guadagnare dai 5 ai 15 $ per task. Le task più comuni sono relative ai prodotti alimentari come per esempio:

  • ‘scatta una foto al tuo frigorifero’
  • ‘fornisci una recensione di tale marca’
  • ‘visita il negozio X e verifica che sia presenta la marca di biscotti Y’

Insomma niente di complicato, semplice, veloce e retribuito.

Quanto si guadagna con Streetbees?

Come sempre fare una stima certa dei guadagni è praticamente impossibile, ma dalle recensioni possiamo farci un’idea abbastanza chiara sulle possibilità di guadagno reali.

Come affermato dall’app le tasks vengono pagate dai 5 ai 15 $, con accredito diretto entro le 24 ore sul conto Paypal. Ovviamente non sempre sono disponibili molti compiti, anzi, molto spesso non ne è presente nemmeno una. Per questo è molto importante essere veloci a prenotare le tasks appena vengono messe online.

Iscriviti e visualizza recensioni su Streetbees

 

 

Sephiroth (Android)

Sephiroth è un’app per guadagnare dal telefono che ti permette di guadagnare passivamente scaricando app, guardando video, guardando pubblicità o  altri compiti simili. Se quello che cerchi è un metodo per arrotondare qualche soldo online Sephiroth è ciò che fa per te. Semplice, veloce e a quanto pare dalle recensioni anche onesta nei pagamenti, ottima app.

Terminata la registrazione potrai effettuare il login. I pagamenti avvengono in Coins, ogni giorno ricevi dei Coins gratuiti e potrai guadagnarne ancora svolgendo varie attività (principalmente guardare video).

Puoi guadagnare dallo smartphone anche portando nuovi utenti su Sephiroth. Una volta iscritto riceverai un codice invito, passa il codice ai tuoi amici che iscrivendosi e inserendo il tuo codice durante la registrazione riceveranno 200-300 Coins gratuite (niente male per iniziare no?). Ovviamente anche tu guadagni dei Coins quando i tuoi amici si iscrivono.

Quanto si guadagna con Sephiroth?

Come già detto con Sephiroth guadagnerai dei Coins svolgendo i tuoi compiti quotidiani, raggiunta una certa soglia di Coins potrai cambiarli in euro attraverso un conto Paypal, 1000 Coins equivalgono a 1 euro ( 1000 Coins=1 euro ). E’ inoltre possibile scambiare i propri Coins con buoni sconto Amazon da utilizzare per i tuoi acquisti sull’e-commerce n°1 al mondo.

Iscriviti e visualizza recensioni su Sephiroth



Sweatcoin (iOS,Android)

Un’altra app simile a Bemyeye è Sweatcoin. Una verà novità nel mondo delle app, che a dire la verità ha riscosso un discreto successo. Sweatcoin è una ‘green app’ che ti permette di guadagnare camminando. Dopo aver scaricato l’app sarà sufficiente registrarsi e collegare il GPS, perché i km vengano conteggiati correttamente è necessario mantenere l’app in background, ed ovviamente il GPS acceso.

Potrai utilizzarla in qualsiasi momento, fatta eccezione per i luoghi chiusi (niente palestra,tapis roulant, ecc.).sweatcoin guadagnare camminando

Quanto si guadagna con Sweatcoin?

L’app Sweatcoin paga i propri utente con una moneta virtuale, gli sweatcoin appunto. Il payout dell’app è di 1 sweatcoin ogni mille passi, con il limite di 5 sweatcoin al giorno per gli account gratuiti. (Passando alla versione Premium è cosi possibile rimuovere questo limite e guadagnare molto di più).Gli sweatcoin sono spendibili nell’apposito shop dell’app.

Quanto vale uno sweatcoin? Con 15 sweatcoin è possibile acquistare prodotti per circa 25$.

 

 

Movecoin (iOS, Android)

Sempre nel genere di Sweatcoin troviamo Movecoin, che come è intuibile dal nome ti pagherà per ‘muoverti’. Ebbene si, guadagna camminando, correndo e addirittura pedalando. Movecoin nasce con l’idea di promuovere il fitness e la salute del proprio corpo, con un piccolo incentivo in denaro. Inoltre i Movecoin vengono considerati al pari di una criptovaluta, per questo il loro valore è soggetto a oscillazioni.

Quanto si guadagna con Movecoin?

Con Movecoin potrai guadagnare fino a 10 centesimi per ogni km percorso, considerando anche il mezzo che userai per spostarti (piedi o bici). Successivamente potrai spendere i tuoi guadagni nello shop scegliendo in un vasto catalogo tra gadget, tute sportive, attrezzature, ecc.

O se preferisci, puoi sempre vendere i tuoi movecoin, il tutto sttraverso l’app.

 

Freelancer (iOS, Android)

Freelancer, a differenza delle altre app di cui abbiamo parlato in precedenza, non ti permetterà di guadagnare dallo smartphone, ma potrai comunque utilizzarlo per trovare qualche lavoretto. Su Freelancer infatti si trovano tante offerte per svolgere piccoli lavoretti, alcuni riguardano il settore informatico e quindi possono essere svolti direttamente online, altri magari chiedono un aiuto per dei lavori in casa.

Scaricare l’app e controllare le offerte di lavoro è completamente gratuito, perciò che aspetti? Scarica l’app e cerca il lavoro che fa per te.

Iscriviti e visualizza recensioni su Freelancer

 

Ti è piaciuto il nostro articolo su come guadagnare dallo smartphone? Lascia un like o condividi la tua esperienza sui social e fai sapere ai tuoi amici come hai imparato a guadagnare online! Buona giornata dallo staff di EuroClick.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Taggato con: , , ,

Criptovalute: cosa sono e come guadagnare

trading-forex-bitcoin

 Cosa sono le criptovalute

Le criptovalute ( o criptomonete ) sono delle valute digitali, basate su una tecnologia crittografica che ne consente la generazione e le transazioni attraverso la rete. Queste valute digitali sono ormai una realtà della nostra economia, già da qualche anno molti servizi e-commerce online hanno iniziato ad accettare le criptovalute come metodo di pagamento.bitcoin

La tecnologia peer-to-peer permette la completa decentralizzazione della moneta, evitando tasse e commissioni, per questo molti la considerano già una bella opportunità.

Il sistema crittografico rende gli scambi tra gli utenti completamente sicuri. A ogni moneta sono infatti assegnate due chiavi, una chiave proprietaria, che solo il proprietario può detenere, e una pubblica, necessaria per ricevere i pagamenti.

 

 

Sono legali?

Le criptovalute sono assolutamente legali. Come già detto prima molti servizi di e-commerce (tra i quali Amazon) hanno già iniziato ad accettare i pagamenti con le criptovalute ( ovviamente non tutte ).

Dal fronte anti-cripto si fanno pressioni sul fatto che gli scambi con le criptomonete possano restare completamente anonimi e quindi essere utilizzati per scopi criminali. Ovviamente è vero che tutto ciò già succede, ma va ammesso che se anche non esistessero le valute digitali accadrebbe lo stesso no?

Per il momento nessun governo ha dichiarato illegale le criptovalute, anzi, molti studiano già metodi di sfruttarle a loro vantaggio. Ne sono un esempio le 100 istituzioni finanziarie che da qualche mese hanno iniziato a compiere le loro transazioni in Ripple (XRP), un metodo molto più veloce e con commissioni sotto il 60%.

Attualmente Ripple è scambiato con il dollaro a 0,70, anche se va considerata una crescita enorme in un solo anno. Da gennaio fino a marzo valeva meno della carta straccia, poi ha iniziato la sua salita. La simpatia che le banche provano per questa nuova moneta fa pensare, potrebbe veramente sostituire il Bitcoin?

Aggiornamento ( 18/01/18) il Ripple è a quota 1,40 $, dopo aver toccato un massimo di circa 3 $. Per il 2018 si prevede una soglia di oscillazione del prezzo compresa tra i 2-6 $.

 

Dove posso tenere le mie criptovalute?

E’ possibile conservare le proprie monete in appositi portafogli digitali detti ‘wallet‘. Esistono varie tipologie di wallet, alcuni online altri no.

  • wallet sul desktop: questo tipo ti portafogli viene scaricato e installato su un dispositivo ( pc, smartphone, tablet ) ed è accessibile solo tramite esso, questa tipologia offre un livello di sicurezza elevato.
  • wallet online: puoi affidarti a un cloud online che si occupi della sicurezza del tuo portafoglio digitale.
  • wallet mobile: su telefono, molto comodo ma molto meno completo rispetto alle altre versioni.
  • wallet hardware: esistono vari hardware ( es. pennine USB ) capaci di custodire le tue monete

Il consiglio è quello di mantenere online solamente le monete che si prevede di usare. Se hai deciso di investire in criptovalute per un lungo periodo è molto meglio mantenere il portafoglio off-line, lontano dalla rete e quindi meno esposto a possibili attacchi hacker.



Come guadagnare criptomonete

Guadagnare e ottenere monete digitali non è poi così difficile. Principalmente possiamo descrivere 4 metodi per ottenere criptovalute. Il primo è sicuramente il mining, cioè la creazione stessa della moneta, poi troviamo il mining pool, che analizzeremo in seguito. Se produrre criptomonete attraverso le operazioni di mining non ti interessa puoi sempre valutare l’idea di comprarle o ‘guadagnarle‘ attraverso alcuni servizi che si trovano nel web.

Sei interessato a sapere il perché il prezzo dei Bitcoin continua a salire, leggi qui, una spiegazione semplice e dimostrabile matematicamente.

 

Come si producono le criptovalute: il mining

Il mining è quel processo che permette, attraverso l’elaborazione di complicati algoritmi, l’emissione nel mercato di nuovi blocchi di monete. Il Bitcoin e il suo creatore furono i pionieri di questo sistema, ideando un metodo che restituisse bitcoin a tutti coloro che nella rete fornivano potenza di elaborazione per il processo di mining.

Ovviamente nel lontano 2009 era semplice produrre bitcoin, gli algoritmi erano molto più semplici, e il tempo per minare un blocco di monete era molto meno rispetto ad ora. Possiamo considerare la rete Bitcoin come una rete autogestita, che attraverso una serie di variabili rende l’operazione di mining sempre più difficile, cosi da rallentarne la stampa.

Tecnicamente il mining consiste nella ricerca di un numero, un codice, da inserire in un insieme di dati (il blocco) per sbloccarlo e ottenerne il contenuto. L’unico metodo per trovare questo numero è tentare, tentare fino a trovarlo, in questo modo il sistema può gestire l’emissione di bitcoin aumentando o meno la difficoltà di elaborazione.

Questo è diciamo il discorso relativo ai bitcoin, ma per le altre criptovalute il discorso cambia, attualmente ( 18/01/18 ) esistono oltre 1400 criptovalute.

 

Come iniziare a fare mining

Fare mining non è una fesseria. Se prima chiunque poteva farlo, ed era possibile stampare migliaia di bitcoin in un solo giorno ( ricordiamo che ne sono stati stampati oltre 10 milioni nei primi 4 anni), ora la situazione è cambiata. Il mining richiede una potenza di calcolo enorme, che i normali pc non hanno.

Attualmente per minare sono necessari strumenti specifici detti ASIC (application specific integrated circuit). Per rendere meglio l’idea questo è l’Antiminer S9, considerato uno dei migliori al momento. Il suo prezzo si aggira tra i 2000-3000 $ e non potrai comunque fare mining da solo. Non è infatti possibile minare 1 bitcoin alla volta ma vanno estratti a blocchi (al momento 25 bit a blocco). Per questo dovrai comunque offrire la tua potenza di calcolo a reti più grandi.Antminer S9

Cos’è il mining pool

Le mining pool sono dei servizi che ti mettono in contatto con altri miners, cosi da collaborare e guadagnare sulla base della potenza da te fornita nel sistema.

Il funzionamento è veramente semplice. Scarichi il software, effettui l’iscrizione, login e inizi a condividere le tue risorse hardware con un team. L’unico problema che potrebbe presentarsi è che il servizio non ti accetti nel team.

Questi sono alcuni tra i migliori servizi di mining pool, i payout sono abbastanza precisi e puntuali in tutti:

Quanto si guadagna con il mining?

E’ difficile stimare quanto è possibile guadagnare, entrano in gioco diversi fattori, specialmente relativi ai dispositivi utilizzati. Per questo puoi utilizzare un programma che inserendo le caratteristiche del tuo miner ti dirà le tue possibilità di guadagno. Tra i migliori siti per questo tipo servizio troviamo: AsicTrade, BitsMedia e CoinWarz.



 

Come ottenere bitcoin gratuitamente: i faucet

I faucet sono dei servizi online che ti permetteranno di guadagnare bitcoin ( o piccole parti ) senza fare assolutamente niente. 

Il motivo di questi servizi è la diffusione della moneta, nonostante il valore altissimo dei bitcoin non tutti ne possiedono, e questo ne ostacola la diffusione. In questo modo è possibile guadagnare e far parte di un progetto più grande, con lo scopo di diffondere le monete digitali nel mondo. Una volta iscritto riceverai periodicamente degli satoshi, che non sono altro che i centesimi dei bitcoin. Uno satoshi vale 0,00000001 bitcoin.

I guadagni non sono tanti in questi siti, ma se utilizzati tutti insieme si può raggiungere un buon compromesso. Questa è una lista dei migliori servizi faucet, se vuoi guadagnare criptomonete ti consigliamo di iscriverti a più servizi possibili.

Faucet disponibili con CoinPot:

Per iniziare a guadagnare con i faucet dovrai prima di tutto iscriverti su Coinpot, che sarà il vostro portafoglio, dove verranno accreditate automaticamente le tue ricompense.

Per la serie Mooncoin: (Moondoge, Moonbit, ecc.) non dovrai fare altro che aspettare, e quando vuoi reclamare le tue ricompense ti sarà sufficiente visitare la pagina, fare click su claim ( chiudere qualche pubblicità ) e il ricavato verrà depositato nel tuo portafoglio CoinPot.

Bitfun.co : Bitfun permette sia di accumulare passivamente satoshi di Bitcoin sia di guadagnarne giocando online.

BonusBitcoin : si può prelevare una volta ogni 15 minuti, i guadagni vanno dai 30-60 satoshi. Questo dipende molto dal prezzo del Bitcoin.

 

Faucethub

Faucethub è un altro wallet molto simile a CoinPot, ma con molti più faucet disponibili. Faucethub permette una scelta veramente ampia di faucet, così ampia da poter spaventare a primo impatto lasciando l’utente spaesato in mezzo a una moltitudine di offerte e pubblicità. Questi sono alcuni dei punti di forza di Faucethub:

  • wallet per più di 10 criptovalute differenti;
  • mining dal pc;
  • servizi di cloud mining;
  • un forum nel caso in cui ti servisse aiuto;
  • un exchange per scambiare le proprie monete.

Come per CoinPot prima di iniziare a guadagnare le cripto dovrai creare il tuo account su Faucethub. Puoi iniziare a crearlo cliccando qui.

Questi sono i faucet migliori da utilizzare con Faucethub.

Su Faucethub avrai l’imbarazzo della scelta, per questo ti consigliamo di iniziare a iscriverti e dare un’occhiata, così da scegliere i faucet che meglio si adattano ai tuoi tempi e alle tue esigenze.

FaucetRicompensaTimerPayoutGuadagna
FreeBitcoinVariabile + bonus60 minutiDiretto Inizia Ora!
MoonBitcoinVariabile + bonus5 minutiCoinpot Inizia Ora!
Free BitcoinWinVariabile + bonus10 minutiFaucetHub Inizia Ora!
Bitcoinkerfino a 1000 satoshi!5 minutiDiretto Inizia Ora!
Aleks Coinfino a 80 satoshi!10 minutiFaucetHub Inizia Ora!
Bonus Bitcoinfino a 5000 satoshi+bonus!15 minutiCoinpot Inizia Ora!
BitFunAumenta nel tempoimmediatoCoinpot Inizia Ora!
BitcoinFaucet FunVariabile15 minutiFaucetHub Inizia Ora!
Multicoin FaucetVriabile + Giochi30 minutiFaucetHub Inizia Ora!

Come comprare bitcoin

Per comprare bitcoin, o qualsiasi criptovaluta, dovrai aprire un portafoglio, il cosi detto wallet. Farlo è molto semplice, è simile ad aprire un conto online, 5 minuti e hai fatto. Attraverso il wallet potrai gestire le tue monete, comprarne nuove, fare acquisti online o rivenderle. Il portafoglio serve a mantenere il tuo denaro al sicuro.

Per acquistare criptovalute dovrai rivolgerti a uno dei tanti exchange presenti nel mercato. Gli exchange sono delle piattaforme virtuali dove è possibile acqusitare e vendere altre valute, compresi euro e dollari. Una volta effettuata l’iscrizione e confermata l’identità potrai iniziare i tuoi acquisti.

Verifica che l’exchange commerci la moneta di tuoi interesse e cerca tra le offerte. Puoi comprare a prezzi diversi a seconda del venditore. Per questo assicurati sempre di controllare la quotazione in tempo reale.

Tra i migliori exchange troviamo:



 

Come creare un wallet

Creare un wallet è veramente semplice. Scegli uno dei tanti software disponibili e scaricalo nel tuo pc. Per la scelta del software da utilizzare ti consigliamo di visitare bitcoin.org, dove troverai tutti i tipi di portafoglio, ognuno adatto ad esigenze diverse.

Una volta scelto scarica e procedi con l’installazione. Attenzione: ricordati di impostare il backup dei file cosi da mantenere una copia del portafoglio off-line.

Fatto questo il tuo portafoglio è pronto, da qui potrai gestire tutte le transazioni con le criptovalute.

 

Investire in criptovalute

Se preferisci investire attraverso il trading online ci sono tanti servizi disponibili. La maggior parte di essi offre una demo gratuita per prendere confidenza con la piattaforma, e un bonus sul primo deposito. Investire nel trading può risultare molto redditizio, specialmente schermo tradinggrazie all’effetto leva.

L‘effetto leva ti permette di moltiplicare la puntata. Vorresti investire in bitcoin ma non hai 10.000 $? Con un effetto leva 1:100 ti serviranno solamente 100 $, e potrai guadagnare come se ne avessi investito 10.000. Bello no?

Ovviamente abbiamo anche il lato negativo, anche le perdite subiscono l’effetto leva. Resta il fatto che anche con piccoli capitali ( considerando i bonus anche del 100% sul primo deposito ) è possibile per chiunque fare trading.

A questo proposito ti invitiamo a leggere ‘I migliori broker trading online’ per scoprire qual’è il broker per fare trading più adatto alle tue esigenze.

 

 

 

Taggato con: , ,
Top